giovedì 27 aprile 2017

La “notte romantica” dei Borghi più belli d’Italia. Milazzo nei 253 Borghi che festeggeranno l’arrivo del solstizio d’estate.

Borghi più belli d’Italia 2017: 
Borghi più belli d’Italia 2017: la classifica completa del borgo dei borghi, in prima posizione c'è Venzone.Anche quest’anno Milazzo celebrerà nel mese di giugno 2017 la “notte romantica” dei Borghi più belli d’Italia. 
L'importante è partecipare per Borghi più belli d’Italia di Milazzo che, quest'anno vede per la Sicilia solo al quinto posto Castiglione di Sicilia. 
Questo i verdetti dei i borghi più belli d’Italia 2017. La classifica finale è stata svelata durante il programma di Rai 3 Kilimangiaro e ha visto la vittoria di Venzone, piccolo borgo in provincia di Udine. A partecipare alla competizione Il borgo dei borghi 2017, sono stati 20 comuni per ogni regione italiana, che spiccavano per l’architettura, la particolarità del paesaggio, la natura, i paesaggi e la gastronomia. Ad eleggere Venzone è stato il pubblico che ha votato via web e la giuria di esperti.
I borghi vincitori 
Il borgo più bello d’Italia è dunque Venzone, comune del Friuli Venezia Giulia ricostruito dopo il terremoto del settembre 1976, al secondo posto Arquà Petrarca in Veneto,
al terzo Conca dei Marini in Campania. 
L’edizione di quest’anno ha visto la vittoria del paesino in provincia di Udine, mentre l’edizione 2016 aveva trionfato Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento. 
Quest’anno, oltretutto, si celebra “L’anno dei borghi”, voluto dal Ministero dei beni culturali, per valorizzare i luoghi meno noti dal punto di vista turistico e i mille borghi presenti in Italia. 
Come dicevamo, al secondo posto si è piazzato il borgo di Arquà Petrarca, in provincia di Padova e famoso per la casa del poeta Francesco Petrarca. 
Al terzo e quarto posto si trovano Conca dei Marini, in Campania, e Otranto, nota località salentina. 
Al quinto posto c’è Castiglione di Sicilia, seguito da Fiumefreddo Bruzio, in Calabria, e Castelmezzano, in Basilicata. 
Ottava posizione per il borgo delle Marche Montecassiano mentre al nono e decimo posto si trovano Vastogirardi, in Molise, e Castelgandolfo, in Lazio. 
Gli altri borghi in gara erano: Panicale, in Umbria, 
Suvereto, in Toscana, Zavattarello, in Lombardia, 
Canale di Tenno, in Trentino Alto Adige, Rocca San Giovanni, in Abruzzo, Orta San Giulio, in Piemonte, Tellaro, in Liguria, La Maddalena, in Sardegna, Montegridolfo, in Emilia Romagna e Gressan in Vale d’Aosta. 
LA NOTTE ROMANTICA del prossimo 25 giugno 2017 nei Borghi più belli d’Italia si festeggerà l’arrivo del solstizio d’estate.
Per tutti gli innamorati sarà un appuntamento da non mancare, nelle piazze, nei vicoli, nei palazzi dei Borghi .
Il 25 giugno coinvolti circa 253 Borghi più Belli d’Italia, aderenti al club, tra le iniziative torna - scatta la tua foto indimenticabile e condividila sul tuo profilo Instagram con a commento l’hashtag #BorgoRomantico2016 corredato da una frase poetica.-


mercoledì 26 aprile 2017

Festival della Letteratura e del Diritto, organizzato dalla Banda degli Onesti ONLUS, Palmi.

Il Festival della Letteratura e del Diritto, organizzato dalla Banda degli Onesti ONLUS, nasce il 9 maggio 2014 a Palmi.

Nelle giornate della manifestazione, ideata e voluta dagli organizzatori sulla dichiarata falsariga di già affermate esperienze come quella del Festival del Diritto di Piacenza e del Festival della Filosofia di Modena, si affrontano tematiche giuridiche di ampio respiro generale partendo dalle opere di grandi autori della letteratura classica e contemporanea, e non solo.
Non si tratta però di un’iniziativa riservata agli operatori del diritto.
Al contrario, discutere di giustizia attraverso la letteratura e le espressioni artistiche in generale significa proprio restituire il diritto, al netto dei - pur indispensabili - connotati tecnici, al suo ruolo di aspirazione e bisogno profondamente umano.


Torna anche quest’anno la Festa della Primavera!'Associazione Il Giglio e la Fondazione Barone G. Lucifero.

Associazione Il Giglio e la Fondazione Barone G. Lucifero.
COMUNICATO STAMPA – FESTA DELLA PRIMAVERA
Torna anche quest’anno la Festa della Primavera!
L’appuntamento è per il 29 – 30 aprile e 1 maggio alla Città dei bambini spensierati di Gigliopoli, dove, al termine della fredda stagione, Gnomi, Folletti, Elfi e Fate si radunano in un appuntamento divertente e colorato.
Le magiche creature, che vivono in armonia con la Natura ed a contatto con la sua energia, vogliono divertirsi insieme ai piccoli e grandi ospiti della Città con attività e laboratori fantastici per far festa e suonare le musiche più belle,  mantenere vivo l'amore e il rispetto per la Natura e per i suoi magici abitanti.
Per questo motivo celebrano l'inizio della bella stagione con la “Festa della Primavera”, giunta quest'anno alla decima edizione!
Un programma ricco di sorprese e novità si svolgerà, da Sabato 29 Aprile a Lunedì 01 Maggio 2017, nei fantastici giardini di Gigliopoli, a Capo Milazzo:
·         Sabato 29 aprile, dalle 17.00 alle 20.00  
·         Domenica 30 aprile, dalle 17.00 alle 20.00
·         Lunedì 1 maggio, dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.30 – 20.00

La Festa della Primavera è aperta a tutti i bambini che vogliono portare con sé i loro cari: famiglie, amici, compagni di gioco, nonni, insegnanti, eroi. Tutti gli ospiti potranno usufruire del servizio Bar di Gigliopoli e, prenotando, anche del pranzo dell’1 maggio preparato dai Folletti cuochi della Città dei bambini spensierati.

Anche per la Festa della Primavera, le Fate e gli Gnomi hanno previsto delle piccole regole di buona convivenza da tenere a mente mentre ci si diverte:
·         I bambini devono sempre essere accompagnati dall’adulto di riferimento;
·         I rifiuti devono essere gettati negli appositi bidoni;
·         Ognuno ha il dovere di essere gentile e civile con gli altri, in qualunque circostanza;
·         Per qualsiasi dubbio o informazione, ci si può rivolgere allo staff di Gigliopoli;
·         Gigliopoli è la Città dei bambini spensierati e in una città per e di bambini è necessario vivere e ragionare come loro: giocare pacificamente, fare amicizia, mangiare quando si ha voglia, stare in compagnia senza schiamazzare, non disturbare i vicini di pic-nic, permettere a chi vuole rilassarsi sul prato di non essere disturbato.
La Città dei bambini spensierati è molto attenta alla Natura, all’ambiente, agli animali, a tutto il creato e vuole dare il benvenuto alla Primavera in una maniera unica per regalare ai presenti attimi di magia e spensieratezza per un sano divertimento. E’ per questo che, quest’anno, permettendo agli ospiti di essere liberi di passeggiare per i prati della Fondazione Lucifero, chiediamo agli adulti di:
·         Non alzare troppo il gomito, se non per ballare! E’ molto meglio ubriacarsi di vita o di gioia ed essere consapevoli in ogni momento della magia che si sta vivendo;
·         Non portare con sé strumenti che possono essere pericolosi per i bambini. Loro saranno impegnati a giocare tutto il tempo e non possono essere intralciati da oggetti non necessari. Il bar di Gigliopoli è sempre a disposizione e si può portare con sé l’occorrente per un buon pic-nic, tutto già pronto.
·         Non è possibile accendere alcun fuoco. L’inverno, la vecchia stagione, si brucerà solo con il grande falò preparato dallo staff dell’Associazione “Il Giglio”.
·         Divertitevi con i vostri figli e amici.
·         Giocate con i bambini della Città.
·         Dimenticate a casa il cellulare e i dispositivi elettronici, sarete impegnati a guardare altro e connettervi in altro modo con quello e chi vi circonda.
Lo staff gigliopolano ringrazia sin d’ora chiunque deciderà di unirsi alla 10^ Edizione della Festa della Primavera.
Per info e contatti: pagina fb Gigliopoli – Associazione Il Giglio oppure 090.9281274.
I programmi dettagliati li trovate di seguito, incisi sui manifesti che il nostro Elfo Martin ha preparato per voi.



lunedì 24 aprile 2017

Presentazione libro" Il Signore della menzogna" il nuovo thriller di Ignazio Pandolfo

Presentazione libro" Il Signore della menzogna"l'ultimo libro di Ignazio Pandolfo 

All'interno della Rassegna"All'ombra del carrubo" ed. 2016-2017 di Villa Cianciafara a Messina curata da Milena Romeo con organizzazione di Laura Mauro,per Cara beltà-Sicilia su storie e opere siciliane, verrà presentato sabato 6 maggio 2017 dalle ore 18:00 alle ore 20:00 l'ultimo libro di Ignazio Pandolfo Il Signore della menzogna”, il nuovo thriller di Ignazio Pandolfo

Nel libro “Il Signore della Menzogna” di Ignazio Pandolfo, archetipi di un mondo corrotto e vago, si muovono in una città noir, avvolta da una pioggia costante che la rende triste e diafana, come un autunno infinito, senza tempo.

Chicago è la città protagonista, scelta dall’autore per le sue infinite tracce di vita, che allontanandosi da una centralità attiva, si trasforma in una gracile desolazione, fatta di personaggi infiniti, scalfiti pesantemente da un passato che appartiene ai solchi di una dimensione, apparentemente, a noi lontana ma essenzialmente vicina.

Che un autore di origini mediterranee si avvicini ad un mondo così diverso dal nostro, non deve indurci in inganno: questo thriller, che non è un thriller, ma una sfaccettatura di personaggi, provati dal proprio “io” che si frantuma nell’incontro e nel perverso destino.

Vi è una nemesi impercettibile e spietata, dove la luce di un mondo migliore ci viene mostrata nella sua palpabile essenza. Il deus ex machina si muove lentamente ed inesorabilmente e mentre il bene, il male, la perversione, l’omosessualità si incrociano e sfiorano come spietate falene, che nella loro apparente dimensione innocua, distruggono, quasi affascinando, la nostra curiosità di lettori.

Ignazio Pandolfo, già autore di un altro thriller: “L’ospite oscuro – Il male non può essere ucciso” (2015), è un noto e stimato radiologo messinese, un uomo colto, che ha messo in discussione la propria personalità, proiettandosi in questo mondo americano per molti sconosciuto, ma charming, perché lontano e vicino, come un amico sincero, perduto dall’altra parte del mondo.
Il Signore della menzogna (Leone Editore, pagine 276, Euro 11,90) di Ignazio Pandolfo

Programma: 
Saluti: Amedeo Mallandrino, coordina Milena Romeo, contributo critico Giuseppe Amoroso, intervento Giuseppe Ruggeri, letture Sergio Impallomeni, intermezzo musicale Luciano Allegra 
Partecipa l'autore

L'esercito della Speranza al Duomo Antico - Complesso Monumentale della Città di Milazzo. Inaugurazione 6 maggio 2017 ore 18,30





L’ESERCITO DELLA SPERANZA
Sculture terapeutiche di Orazio Coco.
Sarà inaugurata il prossimo 6 maggio 2017, alle ore 18,30, presso il  Duomo Antico del Complesso Monumentale della Città di Milazzo -  L'esercito della Speranza di Orazio Coco, scultore ispirato da una sublime armonia che plasma 56 bambini di argilla rosa per dire in 8 forme la Virtù.
 Impossibile non recepire nel profondo la forza di un messaggio che si amplifica plasticamente in 1120 piccole dita, 114 occhi innocenti che aprono agli adulti un mondo di verità semplici, di etica altissima. 
La mostra già ospitata in varie località della Sicilia, potrà essere fruita  nel suggestivo spazio espositivo del castello di Milazzo, che  grazie all'armonia delle luci,  darà fascino alle opere e contribuire  a  dare all'arte la sua funzione sociale, il suo ruolo terapeutico, una grande emozione, e la rappresentazione simbolica di un progetto molto più ampio di valorizzazione dell'Arte e della Bellezza. 
Un progetto, quello del Comune di Milazzo  che, ricercando attraverso la Cultura la coesione di una comunità sfilacciata e indifferente, pone al centro l'uomo e la sua virtù, il senso nobile dell'impegno, la purezza, la conoscenza e la coscienza, il coraggio di lottare contro le ingiustizie, la capacità di perdonare.
 Tutte virtù che i bambini di Orazio Coco incarnano trasmettendole. Una mostra che è un viaggio interiore alla ricerca del bambino che è in noi attraverso un'esperienza artistica di fortissimo impatto comunicativo. Una civiltà in decadenza non può permettersi solo ripiegamenti vittimistici o derive cieche, ma deve saper poter ripartire da un gesto, da un segno, dagli occhi dei bambini. All'Arte, come è sempre stato, il compito di afferrare tali segni, di dire nuovamente: “Speranza”. 
Spetta alla nostra Comunità apprezzare lo sforzo degli amministratori del loro   paziente e accurato lavoro e speciale virtù, quella di intuire quale delicata relazione esiste fra i luoghi, il tempo e le persone che lo interpretano.




Festeggiamenti per il 25 aprile: "Il Mediterraneo mare di pace e di accoglienza; un'ancora per la vita"

"Il Mediterraneo mare di pace e di accoglienza; un'ancora per la vita",
Rometta Marea, in concomitanza con la ricorrenza della festa della liberazione, è in programma domami 25 aprile 2017, la  cerimonia  sulle vittime del mare.
 "Il Mediterraneo mare di pace e di accoglienza; un'ancora per la vita", nel corso della manifestazione, presso il Palazzo municipale satellite di Rometta Marea, sarà posta l'ancora recuperata dai fondali dello stretto di Messina ed assegnata dalla Soprintendenza del Mare al Comune di Rometta.

Rometta  si scopre città di mare, la  cittadina della fascia tirrenica  paese che domina la valle dalla collina, si estende la spiaggia di Rometta Marea. Una piccola spiaggia incontaminata di sabbia fine e chiara sulla quale si trovano alcuni scogli qua e la che rendono il paesaggio ancora più particolare. Acqua limpida e pulita completano lo scenario e offrono a tutti i turisti un’atmosfera davvero magica.
Il tratto San Saba a Rometta - San Saba  è meta preferita   di pescatori sportivi posto indicato  per la pesca con la canna e natanti
Per l’occasione al comune di Rometta è stata donata un’ancora, ritrovata nei fondali dello stretto di Messina e assegnata dalla soprintendenza del mare su indicazione della guardia costiera. L’ancora sarà posizionata presso il palazzo comunale satellite di Rometta Marea, nel corso della cerimonia sarà poi deposta una corona di fiori a memoria delle numerose vittime del mare. Interverranno i rappresentanti della capitaneria di porto, i sindaci del comprensorio e rappresentiati della politica regionale nazionale


domenica 23 aprile 2017

CAMMINARE A MILAZZO con il Nordic Walking e il Ftwalking.


Pippo Geraci
La camminata nordica nasce in Finlandia, inizialmente come allenamento estivo per gli atleti dello sci di fondo.
Consiste in una camminata naturale con i bastoncini, utilizzati in modo funzionale alla camminata stessa, con il risultato di coinvolgere il 90% della muscolatura e donando maggiori benefici rispetto la sola camminata. Il bastoncino è un propulsore della camminata, utilizzato per ottenere una spinta e non come semplice appoggio.

Il nordic walking è un nuovo metodo di praticare sport che si sta affermando in tutto il mondo: allenamento per il corpo e rilassamento per la mente, da praticare all’aperto, fa bene al cuore e circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. Sport per tutti e per tutto l’anno che offre agli appassionati di fitness un modo facile, poco costoso e divertente per gustare uno stile di vita sano e attivo.

ATTIVITA’ PER IL 2017
A) (Tutto l’anno) - “Nordic Walking e il Fitwalking domenicale - Accu ccè ccè” con partenza alle ore 8.00 (orario invernale) ore 7.00 (orario estivo) dalla chiesa di S. Giacomo.

B) Appuntamento del mercoledì e del venerdì sera con il Nordic Walking e il Fitwalking (Accu ccè ccè) con partenza alle ore 19.00 (orario primaverile) ore 21.00(orario estivo) - partenza chiesa S. Giacomo – Marina Garibaldi, Milazzo.


-L’ASD AMA CAMMINARE IN SINTONIA MILAZZO è un’associazioni di promozione sportiva, in particolare della diffusione del Nordic Walking e del fitwalking e del cammino in tutte le sue forme. Propone con continuità l’organizzazione di escursioni e camminate alla scoperta del territorio comunale e regionale.
L'immagine può contenere: 7 persone, persone che sorridono, persone in piedi, bambino, albero e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: 6 persone, persone in piedi, spazio all'aperto e natura

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi, bambino, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, pianta, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: 6 persone, persone in piedi e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: una o più persone, cielo, natura e spazio all'aperto

sabato 22 aprile 2017

Monforte San Giorgio: amministrative di giugno 2017, l'avvocato Piera Basile da la propria disponibilità a candidarsi.

Avv.to Piera Basile 

Piera Basile da la propria disponibilità a candidarsi. 



Anche a Monforte San Giorgio si è aperta la tornata elettorale. A seguito della mancata approvazione del bilancio comunale il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, con proprio decreto ha commissariato il Comune di Monforte di fatto anticipando l’apertura della campagna elettorale anche nel piccolo centro tirrenico. 
Destino segnato   per i sindaci di Valdina e Monforte San Giorgio dopo  il decreto di decadenza.  si tornerà alle urne l'11 giugno 2017  dopo che il Consiglio di giustizia amministrativa, interplellato per un parere dalla presidenza della Regione, ha confermato la retroattività della legge che sancisce il ritorno alle urne nei casi in cui i Comuni non approvano i bilanci. In provincia di Messina è a rischio anche il Comune di San Piero Patti, che però sarebbe comunque andato al voto nella prossima tornata elettorale. La legge è molto criticata dagli enti locali perché introduce di fatto un'alternativa surrettizia alla mozione di sfiducia.

Il Cga si è pronunciato sul ricorso promosso dal presidente della Regione Rosario Crocetta contro la retroattività della legge, che si applica a partire dall'11 agosto scorso, giorno dell'entrata in vigore. I giudici hanno però chiarito che il ricorso può essere presentato soltanto dai sindaci, in quanto soggetti interessati, e non dalla Regione.
In attesa di eventuali sviluppi politici, ai sindaci resta soltanto la strada del ricorso amministrativo, già proposto dall'Anci.
Avv.to Piera Basile

In un clima di totale confusione politica, l’Avv. Piera Basile, dopo l’esperienza amministrativa avuta come vice sindaco del comune, lancia la sua disponibilità a candidarsi per la guida del proprio paese. La giovane professionista ha le idee chiare su come dovrebbe essere composta la compagine, proponendo una squadra che ponga nella propria agenda politica alcune priorità fra cui la sicurezza del territorio, politiche di inclusione sociale che mirino ad evitare lo spopolamento del centro cittadino, l’incentivo degli operatori economici e l’avvio di nuove start up, una rivisitazione delle politiche familiari (rivalutazione del piano tributi locali, ecc.) ed infine iniziative che ridiano centralità al ruolo delle donne. 
Afferma la giovane avvocato che è fondamentale, oggi più di ieri, avere all’interno della squadra amministrativa le rappresentanze di tutte le fasce di età che possano essere portavoce delle diverse esigenze del territorio. 

In tal senso Piera, vuole gettare le basi per una nuova classe dirigente mirando a superare lo stallo politico che si è venuto a creare attraverso una nuova visione dell’amministrare quotidiano, ricercando contestualmente progetti capaci di portare la cittadina di Monforte ad assumere il ruolo di primaria importanza che merita nel comprensorio tirrenico. 

Proprio per questi propositi, la giovane professionista, chiede con vigore ai monfortesi di poter dialogare sulle idee e sui programmi, evitando di centralizzare i ragionamenti sui futuri ruoli. Pertanto, invita i propri concittadini a sciogliere le riserve ed impegnarsi in prima persona per evitare di continuare a delegare chi non ha rappresentato al meglio le necessità del territorio e dei monfortesi. 


venerdì 21 aprile 2017

Presto il libreria "Aulo Gaio Sempronio " Il centurione della XI Legio che entrò bella storia di Mylae dello scrittore Filippo Lo Schiavo

Vigilia della presentazione del libro dello scrittore , il concittadino Filippo Lo Schiavo 
dal titolo "Aulo Gaio Sempronio " Il centurione della XI Legio che entrò bella storia di Mylae

Come definire un romanzo storico? La ragione principale per una tale scelta da parte dell’autore consiste nella libertà che un’alternativa del genere concede che, comunque, rientra a tutti gli effetti nei meccanismi della letteratura, della cultura e dell’informazione. Come nei precedenti romanzi. Lo scrittore ama leggere in controluce le certezze delle nozioni consolidate, i miti più considerati e l’autorità delle fonti, modificando la rappresentazione della realtà senza necessariamente preoccuparsi di trovare un antidoto al suo senso illuministico che non teme di intingere la sua creatività nei più oscuri recessi del passato. 
Egli, anche in questo caso, non è lo storico che espone ciò che è accaduto ma il narratore che descrive ciò che è potuto accadere. 

Per il ritorno a casa di Gabriele Del Grande


Per il ritorno a casa di Gabriele Del Grande


Il giornalista Gabriele Del Grande è trattenuto da giorni dalla polizia turca e la sua famiglia non ha notizie dirette. Stava raccogliendo testimonianze al confine con la Siria per un libro sulla guerra dal punto di vista della popolazione.

Chiediamo il massimo impegno della Farnesina per una conclusione positiva della vicenda e per ribadire il rispetto del diritto di cronaca come uno dei capisaldi della democrazia. 
Questa petizione sarà consegnata a:
Opinione pubblica
Ministro degli Affari Esteri
Angelino Alfano


giovedì 20 aprile 2017

Milazzo - 4^ edizione dog day


Regionale di Milazzo
Accedi o registrati per iscrivere i tuoi cani.

Milazzo : Alzheimer e stress da caregiver con pratici consigli per gestire questo ruolo. a cura dei Psicologi on Air Milazzo-Barcellona P.G




A cura dei Psicologi on Air Milazzo-Barcellona P.G., sabato 22 aprile 2017 presso la Farmacia Manicastri di Milazzo, incontro gratuito ed aperto a tutti in cui parleremo di Alzheimer e stress da caregiver con pratici consigli per gestire questo ruolo.

"Psicologi on Air" è un'iniziativa promossa dal gruppo Psicologi Tirreno Ionio, costituito da diversi professionisti operanti nel territorio con lo scopo di promuovere e sviluppare un nuovo modo di fare psicologia con la partecipazione attiva della cittadinanza.
Tale progetto ha lo scopo di sostenere un lavoro di rete tra i professionisti di tutta la provincia messinese, portando avanti iniziative ed attività in alcune delle principali aree del territorio: Milazzo, Barcellona P.G. e Capo d'Orlando.
I professionisti dell'area di Milazzo-Barcellona P.G. sono:
la dott.ssa Alessandra Mirabile, psicologa;
il dott. Antonio Paone, psicologo;
la dott.ssa Daniela Altuni, psicologa e psicoterapeuta;
la dott.ssa Maria Luisa Poma, psicologa e psicoterapeuta;
il dott. Maurizio Currò, psicologo e psicoterapeuta;
la dott.ssa Tiziana Bonsignore, psicologa e psicoterapeuta;
la dott.ssa Valeria Monforte, psicologa e psicoterapeuta;
la dott.ssa Vanessa Scamporlino, psicologa;
e il dott. Paolo Sidoti Olivo, psicologo e psicoterapeuta.




Ecco le date ufficiali dei prossimi eventi targati "Psicologi on air"!







Il ruolo degli operatori e di tutte queste dinamiche, se ne è parlato a Milazzo mercoledì 19 aprile, alle ore 17,30, in un noto locale cittadino


Il ruolo degli operatori e di tutte le  dinamiche, se ne è parlato  a Milazzo , mercoledì 19 aprile, alle ore 17,30, in un noto locale cittadino 
Un incontro partecipato con coloro che, nel territorio milazzese e non solo, sono tra i naturali “terminali” per le coppie che si vogliono avvicinare al mondo delle adozioni o le famiglie che hanno già adottato, 
Focus sull’adozione – i bisogni dei bambini e il ruolo degli operatori”. è stato  organizzato  al   Gruppo di Volontariato Solidarietà, Ente Autorizzato dalla Commissione per le Adozioni Internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e che si occupa di problematiche inerenti i disagi dei bambini e in particolare di Solidarietà Internazionale e dei percorsi legati alle adozioni internazionali.
Relatori :
la dott.ssa Santina Lombardo, del Servizio di Psicologia del Distretto di Milazzo dell’ASP
La dott.ssa Grazia Samparisi, dei Servizi Sociali del Comune di Milazzo,Il dott. Paolo Calderone, del Servizio di Prevenzione dell’ASP 5 che hanno messo a disposizione  formazione, informazione e dibattito, la loro qualificata esperienza.






“La pratica dell’adozione! Un vero esercizio di carità, che guarda al bene dei bambini prima che alle esigenze dei genitori.” (Giovanni Paolo II, Giubileo delle famiglie, 14 ottobre 2000)
Poche parole che centrano perfettamente alcuni temi che il Gruppo di Volontariato Solidarietà, 
Parole che, anche se dette oltre 15 anni fa, sono sempre attuali in un momento storico in cui i temi dell’adozione, alcuni risvolti etici e, purtroppo, anche giudiziari, sono al centro di forti dibattiti.

Deve prevalere l’interesse del bambino e il diritto dello stesso ad avere una famiglia o il “privilegio egoistico” dei futuri genitori che giorno dopo giorno vedono crescere in sé stessi una “smania” di ricevere e donare amore che a volte non appare equilibrata?

La stragrande maggioranza dei percorsi adottivi va a buon fine, in situazioni familiari equilibrate, in cui i genitori spesso sono Genitori con la G maiuscola – può sembrare retorica ma spesso non lo è – e i bambini, con il tempo, riescono a eliminare le loro paure e le loro difficili storie e vivere serenamente la loro nuova vita.

Purtroppo esiste anche una piccola percentuale di fallimenti, di genitori non realmente pronti, di losche dinamiche economiche, di istituzioni poco attente e di normative non aderenti alla realtà.

Come non rilevare che, tranne una particolare attenzione riservata, dalla recente riforma scolastica, ai bambini adottati che si affacciano al mondo della scuola in Italia, da svariati anni la politica e le istituzioni non riescono a dare risposte agli interrogativi posti dalle famiglie e dalle associazioni adottive?

Poche le risorse della Regione Siciliana in bilancio previste per i contributi alle famiglie adottive – contributi che sostituirebbero semplicemente i costi del servizio sanitario di cui usufruiscono le famiglie biologiche – dedicando magari qualche centinaio di migliaia di euro a tornei di scacchi o similari. E, quindi, l’adozione, in particolar modo quella internazionale, è solo un “affare” per ricchi?


Anche in questi casi è fondamentale il ruolo degli operatori e di tutte queste dinamiche, se ne parlerà con coloro che, nel territorio milazzese e non solo, sono tra i naturali “terminali” per le coppie che si vogliono avvicinare al mondo delle adozioni o le famiglie che hanno già adottato.
Per Antonio Napoli, referente per la provincia di Messina Gruppo di Volontariato Solidarietà – è un momento storico in cui i temi dell’adozione, alcuni risvolti etici e, purtroppo, anche giudiziari, sono al centro di forti dibattiti. Deve prevalere l’interesse del bambino e il diritto dello stesso ad avere una famiglia o il “privilegio egoistico” dei futuri genitori che giorno dopo giorno vedono crescere in sé stessi una “smania” di ricevere e donare amore che a volte non appare equilibrata?».


L'Europa e lo sviluppo del territorio". l'incontro a palazzo D'amico di ieri moderato da Antonio Foti



Interessante, purtroppo non tanto seguito causa la giornata feriale  il convegno " L'Europa e lo sviluppo del territorio". l'incontro a palazzo D'amico di ieri moderato da Antonio Foti, consigliere comunale di Mdp, e si proponeva di far comprendere l'importanza dello strumento offerto dai fondi comunitari per fare sviluppare il territorio.
La crisi che attanaglia le casse comunali in generale e quelle Statali spingono a trovare soluzioni in quei finanziamenti che l'Europa mette a disposizione delle cosiddette zone depresse, tra cui rientra la Sicilia.
I Fondi Europei vengono considerati come unica fonte per poter sviluppare il territorio e progettare e programmare il futuro.

Invece c'è da chiedersi , perchè i fondi europei, cosa sono e perché l’Italia non li sa usare ?

Si sente spesso parlare dei così detti fondi europei ma pochi sanno cosa sono e per molti rimangono solo una leggenda metropolitana. Quando vengono nominati, soprattutto in Italia, assumono un carattere negativo in quanto viene posto l’accento sul fatto che non siamo capaci di usarli diventando quasi un peso, come se avere dei soldi in tasca costituisse un problema perché troppo difficile pensare a come spenderli. 

mercoledì 19 aprile 2017

Programmazione di interventi per risollevare l'Europa e il nostro Paese dalla crisi strutturale



LO SVILUPPO LOCALE: DAI MODELLI TEORICI ALLA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014 – 2020 

Sarà moderato dal consigliere antonio Foti il convegno di oggi "Guida agli incentivi per le imprese".

Ma quali sono le strategie  Europa 2020 e la nuova programmazione 2014-2020 ?


Antonio Foti

La dimensione locale dello sviluppo. Caratteristiche, ruolo, modelli e processi
Caratteristiche del livello locale
Il modello SloT: Sistema Locale Territoriale
Dal modello SloT allo sviluppo territoriale: il livello locale come attore nei processi di sviluppo




La programmazione di interventi per risollevare l'Europa e il nostro Paese dalla crisi strutturale che stanno attraversando non può prescindere da una analisi attenta e puntale della situazione attuale al fine di definire obiettivi, priorità, interventi, strumenti, monitoraggio costante e valutazione dei risultati.

"LE PAGINE STRAPPATE" (Regia Salvo Barresi) presso l'Oratorio Giovanni Paolo II - Olivarella.

Domenica 23 Aprile alle ore 19:00 la Scuola di Ballo "EL PAM PAM" è lieta di presentare la Commedia "LE PAGINE STRAPPATE" (Regia Salvo Barresi) presso l'Oratorio Giovanni Paolo II - Olivarella.
Ad allietare la serata ci sarà anche "Tindaro Italiano" con il suo "TEATRO DEI BURATTINI".
Ingresso € 5,oo (il ricavato sarà interamente devoluto ai "RAGAZZI SPECIALI" dell'Oratorio).
Vi aspettiamo per trascorrere due ore in allegria in nostra compagnia. Non mancate!!!

martedì 18 aprile 2017

Milazzo: da oggi i festeggiamenti in onore del SS. Crocifisso




Da oggi i festeggiamenti in onore del SS. Crocifisso
Si aprono oggi – martedì 18 – i solenni festeggiamenti in onore del SS. Crocifisso, nel 219° Anniversario della miracolosa Lacrimazione.

Le manifestazioni patrocinate dal Comune di Milazzo e curate dal Comitato festeggiamenti prevedono una settimana di appuntamenti religiosi, culturali e sportivi, partendo da martedì 18 Aprile alle ore 18,00 con la Messa Solenne nel ricordo della Lacrimazione del simulacro di Fra Umile da Petralia avvenuta il 15 aprile 1798.
Mercoledì 19, invece, al termine della messa delle ore 18,00 si terrà una Conferenza storica sulla prodigiosa Lacrimazione curata dal Prof. Salvatore Italiano, mentre Giovedì 20 sarà svolto il rito della Benedizione del cotone del SS. Crocifisso.
Venerdì 21 al termine della messa delle 18,00 si svolgerà l’Adorazione Eucaristica e sabato 22 a partire dalle ore 10,00 nel campetto di S. Papino si terrà una manifestazione sportiva con i bambini dell’A.S.D. Gi.Fra.
Domenica 23 Aprile sarà invece dopo la Messa delle 18,00 ci sarà la Processione con il Reliquiario del Fazzoletto e la copia lignea del SS. Crocifisso per le vie: Piazza S. Papino, Via Grotta Polifemo, Via delle Ninfe, Via Marinaio d’Italia, Piazza S. Papino, Via Risorgimento, Via Madonna del Lume, Via XX Settembre, Piazza Roma, Via Bonaventura Pistorio, Piazza S. Papino e rientro in Chiesa.
A conclusione dei festeggiamenti, sabato 6 maggio alle ore 18,00 il nuovo Arcivescovo di Messina Lipari S. Lucia del Mela Sua Ecc.za mons. Giovanni Accolla, presiederà per la prima volta a Milazzo la messa solenne in occasione dell’insediamento del nuovo Parroco fr. Stefano Smedile O.F.M.



venerdì 14 aprile 2017

Nei 10 Porti più grandi d'Italia, la classifica vede: Milazzo al 9° posto per flusso delle merci e al l° posto per transito di passeggeri

I 10 Porti più grandi d'Italia


Quali sono in Italia i porti 

commerciali con maggiore traffico di merci e i porti turistici con maggior traffico di passeggeri? 
Scoprilo nella classifca dei 10 porti più grandi d'Italia

L'Italia, in quanto penisola, è circondata dal mare e, di conseguenza, sono numerose le città che sono nate e si sono sviluppate proprio lungo le coste.
Alcune di queste città dispongono di un porto di importanza strategica non solo per quanto riguarda gli scambi commerciali, ma anche per i passaggio di turisti, entrambi sia dal punto di vista nazionale che internazionale.
Nelle seguenti classifiche andremo a scoprire quali sono i porti commerciali più grandi ed importanti d'Italia e a seguire quelli turistici. Buona navigazione!
Porti commerciali più grandi e importanti

Il metodo utilizzato per classificare i porti commerciali è il conteggio del flusso di merci che transitano dal porto in questione, espresso in migliaia di tonnellate per anno.
Al primo posto troviamo il Porto di Trieste, città che si affaccia sul mar Adriatico: è suddiviso in cinque aree a cui corrispondono cinque punti franchi, tre di queste sono adibite a fini commerciali (Il Punto Franco Vecchio, Il Punto Franco Nuovo e Il terminal del legname, detto scalo legnami), le altre due sono utilizzate a scopi industriali (Il terminal industriale ed Il terminal petroli che serve l'oleodotto Trieste-Ingolstadt).
In seconda posizione figura il Porto di Genova, il più grande porto italiano per estensione, il primo per numero di linee di navigazione e per movimentazione container con destinazione finale.
Al terzo posto c'è il Porto di Cagliari che, come testimoniano reperti archeologici, era attivo sin dall'epoca fenicia e romana.
Ecco la classifica completa delle prime 10 posizioni per flusso di merci che transitano dal porto:


Porto di Trieste: 57.153
Porto di Genova: 50.967
Porto di Cagliari-Sarroch: 33.432
Porto di Gioia Tauro: 32.278
Porto di Livorno: 28.335
Porto di Taranto: 27.855
Porto di Augusta: 25.208
Porto di Ravenna: 24.460
Porto di Messina-Milazzo: 22.092
Porto di Venezia: 21.779


Porti Turistici più grandi e importanti
Per classificare l'ampiezza e l'importanza dei porti turistici italiani si conteggiano, ogni anno, le migliaia di turisti che transitano per quel porto, vengono inclusi anche i passeggeri dei traffici locali, di collegamento con le isole italiane e con località della stessa regione.
Il primato spetta al Porto di Messina, tra i più grandi ed importanti del Mediterraneo, che comprende una superficie portuale di circa 820.000 m². Segue il Porto di Napoli, dove è attualmente in fase di sviluppo la pedonalizzazione dell'area ed un collegamento metropolitano che comprende la creazione di sottopassi per le auto e, nell'area di fronte il Molo Beverello, la costruzione della stazione Municipio della metropolitana di Napoli. Chiude il podio il Porto di Civitavecchia, conosciuto fin dai tempi antichi come porto di Roma, è stato per molti secoli un importante centro per gli scambi e per i contatti tra i popoli dell'antico Mare Nostrum.
Ecco la classifica completa delle prime 10 posizioni per transito annuo di passeggeri:

Messina-Milazzo: 8.175
Napoli: 6.931
Civitavecchia: 4.033
Olbia-Golfo Aranci-P.Torres: 3.660
Piombino: 3.079
Genova: 2.899
Livorno: 2.557
Venezia: 2.072
Bari: 1.700
Palermo: 1.632

Fonte web
Ads by