mercoledì 4 luglio 2018

2° Rassegna letteraria a villa Vaccarino. Primo appuntamento il 6 luglio


mercoledì 4 luglio 2018
2° Rassegna letteraria a villa Vaccarino. Primo appuntamento il 6 luglio
Si aprirà venerdì 6 luglio a villa Vaccarino la rassegna estiva “Un Giardino letterario” giunta alla seconda edizione e realizzata dall'Assessorato ai Beni Culturali e Pubblica Istruzione con la collaborazione dell’associazione “Città che legge”, delle associazioni Magico e Manzoni 46 e delle case editrici e librerie.
Dopo il successo dello scorso anno, l’assessore Salvo Presti ha programmato ben sedici appuntamenti culturali che sino a settembre permetteranno anche di scoprire Milazzo e la Sicilia.
Gli incontri si svolgeranno sempre alle 19,30. L’ingresso è gratuito
Il primo appuntamento sarà la presentazione del volume di Francesco Pira e Andrea Altinier dal titolo “Giornalismi. La difficile convivenza con le fake news w misinformation”.
Un libro scritto e pensato non solo per gli studenti, ma anche per tutti quelli operatori della comunicazione e dell’informazione che ogni giorno operano in un settore sempre più complesso e articolato.
Un progetto – come sottolineano gli autori - che parte non solo dall’amore verso la comunicazione, ma da un lavoro di analisi e ricerca durato quasi due anni per individuare case history, teorie nuove, ricerche sui trend e sul consumo dei media per accendere le luci su un mondo in costante cambiamento e che richiede sempre più competenza e professionalità. I media tradizionali non sono morti, ma si possono salvare solo puntando su qualità, inchieste e approfondimento” .

In allegato il calendario completo della seconda edizione della rassegna.



x


venerdì 22 giugno 2018

L'IRSAP non si può lavare la mani. Deve intervenire urgentemente sulla strada industriale di Giammoro.





Comunicato stampa

IRSAP Zona Industriale Giammoro 
l’appello di Angela Musumeci: “L’Irsap deve intervenire sulla strada industriale”

Angela Musumeci invita i sindaci della zona a richiedere un incontro urgente con l’IRSAP e la Città Metropolitana di Messina, per fare il punto sulla messa in sicurezza dell’asse stradale a Giammoro


Non comprendo per quale motivo, dopo circa un anno, non sono stati avviati i lavori di messa in sicurezza dell'asse stradale. A maggio dello scorso anno l'ex commissario straordinario Brandara ha comunicato, in un incontro tenutosi presso l'aula consiliare del Comune di San Pier Niceto promosso da Peppe Maimone con la partecipazione dei sindaci del territorio, che erano stati stanziati 2 milioni e 600 mila euro per il progetto di riqualificazione previsto anche nel programma triennale delle opere pubbliche 2017/2019 di IRSAP e Regione Siciliana. 

Successivamente è stato reso pubblico tramite la stampa che era stato approvato il progetto esecutivo e che a breve venivano espletati gli atti per bandire la gara a cura dell'ufficio masterplan della città metropolitana di Messina. Ad oggi tutto tace, non è giunta più nessuna notizia e i cittadini attendono risposte. Non è accettabile che nonostante ci siano i fondi non vengono avviati i lavori. 

Nonostante l'intervento tampone eseguito dall'irsap la strada presenta diverse criticità: manto dissestato, erbacce e canneti, decine di discariche abusive di rifiuti, assenza di pubblica illuminazione. Una situazione che va oltre il limite della decenza, tollerabilità e sicurezza. 

Invito i sindaci della zona a richiedere un incontro urgente con l'IRSAP e la Città Metropolitana di Messina per fare il punto della situazione. Bisogna con celerità avviare i lavori di riqualificazione e di messa in sicurezza. Tali ritardi non sono più accettabili e comprensibili. 

Porterò la questione anche all'interno dell'aula consiliare e mi auguro anche una presa di posizione degli altri consigli comunali del comprensorio. 

Questo territorio merita rispetto, non siamo terra di nessuno e le istituzioni non possono fare più lo scarica barile

Angela Musumeci Bianchetti




giovedì 21 giugno 2018

PRESENTAZIONE DEL LIBRO :” IL MIO SI AL SIGNORE “ SCRITTO DA DON FRANCESCO CRISTOFARO.


PRESENTAZIONE DEL LIBRO :” IL MIO SI AL SIGNORE “ SCRITTO DA DON FRANCESCO CRISTOFARO.



Presso la Chiesa di San Rocco , che l’Associazione Marittimi di Milazzo ha concesso in gestione ad un gruppo di milazzesi , fra cui il dr. Santino Smedili e il dott. Attilio Andriolo, si è svolta a cura dell’Associazione Culturale Teseo la presentazione del libro “Il mio Si al Signore. Testimonianze di fede e di vita” , scritto dal sacerdote calabrese Francesco Cristofaro. La Chiesa era gremita di fedeli ed autorità, molti dei quali avevano notizie dell’autore tramite Tele Radio Padre Pio, di cui egli e’ un commentatore molto seguito oltre che attraverso i social , da cui risulta con oltre mezzo milione di followers.
Parroco nella comunità di Santa Maria Assunta a Simeri Crichi, un piccolo paese in provincia di Catanzaro.
Tutto inizia con la sua nascita rattristata da una paresi spastica agli arti inferiori, ma che poi si rivelo’ la sua fortuna. Infatti a passi incerti ha celebrato la sua prima messa 11 aa. fa quando annunciò con voce sicura la gioia di donarsi a Dio con tutti i propri limiti. Nel libro don Francesco ha voluto raccogliere le esperienze di altri preti, che vivono e prestano il loro servizio e la loro missione dal Nord al Sud in diversi ambiti: dalla parrocchia alle carceri, dagli ospedali alle scuole, nelle strutture di accoglienza, in radio e TV, insomma tra la gente e con la gente, come ci ricorda Papa Francesco. 



Don Cristofaro ha pensato di scrivere il libro dopo aver saputo di altre malattie ben più gravi, quelle interiori:” A seguito di un triste episodio di pedofilia ,che aveva interessato un sacerdote calabrese, mi sono chiesto come potessi fare per mettere in luce la bellezza e la grandezza della missione sacerdotale. Per contrastare il male con il bene e lo scandalo con il buon esempio”. Fra le pagine anche i suoi ricordi da bambino, quando guardava allo specchio le sue gambe “storte e fragili” e chiedeva nella preghiera di guarire, “la Madonnina però non mi ascoltava e i santi erano sordi con me. Pensavo di essere cattivo e di non meritare nulla perché come puo’ un bambino non essere ascoltato?”. E aggiunge: Forse la lotta piu’ dura che ho dovuto affrontare nella mia vita è stata quella di sentirmi inutile per gli altri, per il mondo ,per me stesso,per Dio. Desideravo una vita senza pietismo, senza sentirmi dire :”Poverino” , ed ero triste perché il nostro mondo è sempre piu’ attratto dal bello, dal perfetto, da ciò che funziona, scartando il non bello o il non perfetto secondo le categorie mondane”.

L’incontro con il Signore l’ha fatto sentire non piu’ periferia e scarto , ma centro del mondo , bene prezioso. “So che troppi vivono il mio stesso dramma. Con la mia testimonianza vorrei aiutare chi molte volte è costretto a chiudersi nel dolore e in un silenzio senza speranza. Perché non si puo’ fare preferenze di persone”. “Il Signore mai ha fatto e mai fara’ differenza fra ricco e povero,malato e sano,bello o brutto,forte o debole. Siamo tutti figli suoi. Opera una sola distinzione:tra giusto e ingiusto”.
Grazie alla fede, Francesco non ha più chiesto la guarigione fisica, ma un amore grande per la vita e per le vite altrui. “E questo grande miracolo il Signore me lo ha concesso. Vi sembra poco un ragazzo triste, che ritrova la gioia di vivere , che passa dal dire :”io non servo a nessuno” a pensarsi come uno strumento di grazia nelle mani di Dio?”.

Attilio Andriolo

dichiarazioni Enrico Garozzo bilancio Europei Scherma 2018



Dichiarazioni Enrico Garozzo bilancio Europei Scherma 2018

All'indomani dell'ennesimo podio prestigioso della sua carriera, centrato grazie al bronzo a squadre conquistato con la nazionale di spada maschile agli Europei di Scherma 2018 di Novi Sad (Serbia), il vice campione olimpico, Enrico Garozzo, ha tracciato il proprio bilancio sulla rassegna continentale: "Ovviamente - ha detto oggi lo spadista acese -, dopo la gara individuale avevo bisogno di un riscatto. Il rammarico era tanto, perché sento che sto tornando schermisticamente ai miei standard dopo un periodo di appannamento, pur essendo consapevole che c'è ancora qualcosina da limare a livello mentale e di tenuta di prestazione, anche qui dal punto di vista psicologico. Ieri invece, grazie alla gara a squadre, è stata una giornata importantissima. Avevo bisogno di tornare a casa con un pezzo di metallo al collo, per testimoniare che le mie sensazioni erano corrette. Abbiamo fatto tutti una grandissima gara ed io sono soddisfatto della scherma che ho espresso e del mio atteggiamento in pedana. È da questi momenti che bisogna imparare e ripartire carichi, ora sotto con gli allenamenti per i Mondiali. Dedico la medaglia ad Elena, la figlia del mio grande amico e compagno di nazionale Paolo Pizzo".

PH AUGUSTO BIZZI 

Info: Antonio Costa

"Opere d'arte nella scuola"delle classi terze della media Garibaldi.

Fonte pagine Prof
· Uno dei baci più appassionati dell’arte quello di Gustav Kllimt , la realizzazione di quest’ opera da parte delle brave alunne delle classi terze della media Garibaldi, guidate dal prof. Franco Scolaro nell'ambito del progetto: "Opere d'arte nella scuola"

 BACIO, GUSTAV KLIMT

Capolavoro del primo periodo moderno, Il bacio di Gustav Klimt è un ritratto ingannevolmente semplice d ' amore. Ma al di là di quella scintillante foglia d'oro, il lavoro è pieno di fatti affascinanti.  La carriera di Klimt era al ribasso quando dipinse Il bacio . Prima di creare questo pezzo, Klimt aveva ricevuto uno sdegnoso disprezzo nel primo decennio del XX secolo per i suoi tre dipinti all'University of Vienna Ceiling Paintings. A causa della nudità in queste opere, la sua interpretazione di Filosofia , Medicina e Giurisprudenza è stata derisa come "pornografia" e "eccesso pervertito", ferendo la sua reputazione. 

 Klimt ha creato la sua opera più famosa in un periodo di panico creativo. 

Nel 1907, forse scosso dalla scarsa ricezione dei dipinti a soffitto di Vienna, Klimt stava disegnando furiosamente, ma dubitava del suo lavoro. Ha confessato in una lettera: "O sono troppo vecchio, o troppo nervoso, o troppo stupido, deve esserci qualcosa di sbagliato." Ma in poco tempo, avrebbe iniziato il dipinto che sarebbe stato il suo più popolare.
 Il bacio è stato acquistato prima che fosse finito . 

Nel 1908, per la prima volta , la galleria austriaca espose The Kiss , anche se Klimt non aveva ancora dato il tocco finale al lavoro. Il suo stato incompiuto non ha impedito il Museo del Belvedere (noto anche come Österreichische Galerie Belvedere) di aggiungerlo alla loro collezione sul posto. 
La vendita di Kiss ha battuto record.

mercoledì 20 giugno 2018

Chiesa di S. Rocco, Milazzo - tutto pronto per la presentazione del libro "Il mio si al Signore", di Francesco Cristofaro

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso





Chiesa di S. Rocco, Milazzo - tutto pronto per la presentazione del libro "Il mio si al Signore", di Francesco Cristofaro, che si terrà oggi pomeriggio, alle ore 18.00
Francesco Cristofaro - Sacerdote, scrittore, opinionista Tv, conduttore radiofonico e televisivo 


Questa sera alle 18 porterà  la mia testimonianza con il libro #ilmiosialsignore #testimonianzedifedeedivita #taueditrice  presso la Chiesa  San Rocco. 
Sacerdote impegnato collabora con; 

Collaboratore presso InfoOggi

Conduttore televisivo presso Padre Pio TV

Conduttore radiofonico Radio Mater

collaboratore presso TUTTO settimanale

Collaboratore presso Settimanale Miracoli

conduttore radiofonico presso RGA Radio Giovani Arcobaleno

Membro Comunicazioni Sociali presso Chiesa Cattolica - Catholic Church

Collaboratore presso Associazione Nazionale Papaboys







Inaugurazione altalena per diversamente abili - Rotaract Club Milazzo

Questo anno sociale è giunto al termine e noi ragazzi del Rotaract Club di Milazzo abbiamo il piacere di annunciare la cerimonia di inaugurazione dell'altalena per diversamente abili.
Vi aspettiamo venerdì 22 Giugno, alle ore 18:30, presso Piazza Nastasi per coronare insieme questo traguardo così importante. 
Non mancate!!!

venerdì 15 giugno 2018

Buona Festa di San Paolino e soprattutto buona festa parrocchiale!

"Mi piace" aggiunto alla Pagina · 1 h 
 
Grazie a Padre Dario per averci aiutato e sostenuto a far si che la festa nel nostro quartiere, potesse riprendere nel verso giusto...
Buona Festa di San Paolino e soprattutto buona festa parrocchiale!

MESSINA: CELEBRATO IL CONVIVIALE DEL "PANATHLON DAY"

Anche il Panathlon Club di Messina, associazione facente parte del circuito “Panathlon International”, ha celebrato il “Panathlon Day”, iniziativa promossa per ricordare che era il 12 giugno del 1951 quando, a Venezia, nasceva questa organizzazione di volontariato che oggi conta circa 300 Club sparsi nel mondo e circa 10  mila soci.

Il conviviale celebrativo, svoltosi presso i locali del “Blanco” e organizzato dal presidente del club, professore Ludovico Magaudda, ha avuto una doppia valenza poiché in questi mesi, ricorre anche l’anniversario della fondazione del Panathlon Club Service di Messina,creato a Messina nel 1951, sotto la Presidenza dell'on.Ferdinando Stagno D'Alcontres.

Ad aprire i conviviale è stato lo stesso presidente del Panathlon Messina, il quale si è detto soddisfatto per la numerosa presenza dei soci e ha ricordato, ai presenti i valori su cui si fonda il Panathlon, che divulga e difende i valori dello sport, inteso comestrumento di formazione e di valorizzazione della persona e come veicolo di solidarietà tra gli uomini ed i popoli.

Successivamente spazio alle premiazioni. Il premio “Panathlon Day” è andato all’avv. Francesca De Domenico, Presidente dell’AMMI (Associazione Mogli Medici) di Messina per l’impegno profuso a favore dello “Sport Sicuro”, con la donazione di defibrillatori a societa sportive dilettantistiche.

Targa celebrativa e medaglia per l’avv. Vincenzo Ciraolo, Presidente dell’Ordine Degli Avvocati che ha sposato il progetto europeo di cui Messina è stata città capofila per l’Italia denominato “Change Your Mindset-Sport4Everyone", il cui scopo è stato quello di sensibilizzare famiglie, medici, e giovani stessi alla pratica dello sport come terapia complementare alla disabilità.

Una delegazione del Panathlon Club Junior, realtà costituita lo scorso anno  ha, invece, consegnato la medaglia alla giovane promessa del tennis peloritano Abramo Ginevra, appartenente al Circolo del Tennis e Della Vela e già  vincitrice di vari tornei a livello provinciale.

Gli ospiti, tra cui la campionessa di pallanuoto olimpico Silvia Bosurgi, il delegato del CONI Messina, Alessandro Arcigli, il pallanuotista, anche lui campione olimpico, Massimo Giacoppo e il professore Bonanno, a lungo  Presidente del Coni di Messina, sonostati introdotti  dal responsabile della comunicazione del Club Ciccio Manzo.






lunedì 11 giugno 2018

I risultati del voto nella Valle del Mela. I consiglieri eletti


I risultati del voto nella Valle del Mela. I consiglieri eletti
di Valentina Gangemi - 11 giugno 2018
4SHARES

Pace del Mela – È un nuovo giorno nella Valle del Mela, dopo la lunghissima notte elettorale che ha visto numerosi comuni impegnati con le operazioni di sfoglio. Qualche conferma e qualche nuovo nome all’orizzonte, tra risultati schiaccianti e vittorie ottenute sul filo del rasoio.

Schiacciante a Pace del Mela la vittoria di Mario La Malfa, che ha ottenuto 1458 voti, seguito da Carlo de Gaetano, con 1168 voti e Santina Pandolfo con 1038 voti. I consiglieri comunali di maggioranza che siederanno gli scranni di Palazzo lo Sciotto sono: Cambria Simona, Campagna Salvatore, Amendolia Maria Monia, Romano Rosalia, Meo Matteo, Valore Salvatore, Cirino Giuseppe e Nastasi Rocco. All’opposizione la lista Rinascita Futura, con PAGANO Danilo Ettore Massimiliano, MUSUMECI Angela Bianchetti, PAGANO Anna e il candidato Sindaco Carlo de Gaetano.

A conquistare Santa Lucia del Mela è stato invece Matteo Sciotto, che ha superato la rivale di 170 voti. I consiglieri eletti per l’ansia compagine sono: Pietro Cannuni, Pier Paolo Tindaro Calderone, Angela D’Amico, Angelo Letizia, Nicolina Grazia Maio, Martina Mendolia, Benedetto Merulla e Maria Catena Mirabile. All’opposizione, oltre al posto che spetta di diritto al candidato sindaco Elisabetta Lombardo, ci saranno Sonia Giunta, Antonio Alibrando e Maria Isposito.

Gualtieri Sicaminó si è tinta di rosa con la schiacciante vittoria di Santina Bitto che ha conquistato il podio con il 69,91% delle preferenze. Al consiglio comunale siederanno, per la maggioranza, Antonella D’Amico, Stefano Forestiere, Giovanna La Spada, Federico Maio, Maria Teresa Parisi, Nicola Scibilia e Loredana Trovato. Consiglieri comunali di minoranza saranno invece il candidato Sindaco Domenico Previti, Maria Bonarrigo e Domenico Cassisi.

Ancora incerta l’opposizione che siederà gli scranni di Monforte San Giorgio (si aspettano i dati definitivi di una sezione). Nella maggioranza del riconfermato Sindaco Giuseppe Cannistà invece sembrano confermati i nomi di: Carmela Cannistrà, Antonino Cannistrà, Rosa Maria Maimone, Mario Grazia Guido, Giuseppe Molino, Antonio Nastasi, Antonino Polito e Santi Damiano Trimarchi.

Una vittoria sul filo del rasoio quella di Salvatore Visalli a Roccavaldina: è diventato Sindaco con soli tre voti di scarto rispetto all’avversario Domenico Antonuccio. Visalli ha ottenuto 374 preferenze, contro le 371 dello sfidante Domenico Antonuccio.

A Valdina è stata schiacciante la vittoria di Antonino Di Stefano con il 64,87% delle preferenze (517 in tutto). Secondo classificato Giuseppe Farsaci, fermatosi al 35,13%.

A San Filippo del Mela ha conquistato la poltrona di primo cittadino Gianni Pino con 1554 voti ovvero il 37,76%. All’opposizione la lista “Sei la mia città” con il candidato Sindaco Carmelo Fiorello, che ha ottenuto il 30,15%. Fuori dai giochi il Movimento 5 Stelle di Alessandro Picciolo che ha ottenuto il 15,94% e superato anche dal Movimento Democratico Filippese 2.0 di Ferdinando Vento, terzo col 16,16% dei votanti. Consiglieri di maggioranza: Teresa Artale, Giuseppe De Mariano, Nunziata Calderone, Francesco Iarrera, Katia Bisbano, Valentino Colosi, Carmen De Matteo, Antonio Ballarò. OPPOSIZIONE: Federica Scibilia, Gabriele Saporita, Annalisa De Gaetano e il non eletto Sindaco Carmelo Fiorello.



sabato 9 giugno 2018

Evento AICC sez. MANARA VALGIMIGLI - Il Maggio dei libri di MILAZZO Gli Animali nel mondo antico di Pietro Li Causi e … musica




Evento AICC sez. MANARA VALGIMIGLI - Il Maggio dei libri di MILAZZO

Gli Animali nel mondo antico di Pietro Li Causi e … musica
servizio a cura della
Prof. Rita Chillemi

Nella sala nobile di palazzo D’Amico, giorno 28 Aprile, l’Associazione di Cultura Classica Manara Valgimigli, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura di Milazzo, ha chiuso la manifestazione comunale Il Maggio dei Libri con la presentazione del libro Gli animali nel Mondo antico di Pietro Li Causi (Editore Il Mulino, Bologna, 2018).



Alla presenza di un folto e appassionato pubblico e di PierPaolo Ruello in rappresentanza dell’assessore Salvo Presti, Massimo Raffa, presidente della delegazione Manara Valgimigli, ha presentato l’autore (insegnante, antropologo del mondo antico e 'musicante', come ama definirsi), col quale poi ha dialogato sui temi principali del libro.


Parlare di animali significa, inevitabilmente, parlare di uomini: ché sono appunto gli uomini a dare un nome agli animali, a classificarli, a discutere su come trattarli, a chiedersi se abbiano un'anima o un logos, a cercare in essi fratellanza o a temerne l'alterità. È questa complessità che il volume di Li Causi vuole restituire al lettore moderno, attraverso una struttura articolata ma al tempo stesso coinvolgente, che va dai concetti di zōon e animal al dibattito antico sull'intelligenza animale, alle teorie pre-darwiniane sull'origine delle specie e alle ipotesi che sia animale a discendere dall’uomo, rappresentandone persino, come pareva a Platone, uno stadio degradato. L'autore ha illustrato le linee più significative del volume con il costante riferimento alle fonti antiche, da Aristotele a Eliano a Lucrezio. Ne è seguito un dibattito intenso, che ha visto una attiva partecipazione del pubblico presente.
Per rendere omaggio al tema della conferenza, alla passione dell’autore per la musica e agli ospiti tutti, l’incipit e l'explicit della serata sono stati segnati dalla musica—sempre, ovviamente, nel segno del mondo animale. All'inizio Angelo Calise ed Enzo Amato, voci e chitarre, un duo assai noto ed apprezzato nelle serate musicali cittadine, con Il gatto e la volpe di Eugenio Bennato; in chiusura il giovanissimo soprano Silvia Raffa, allieva del Liceo Classico Impallomeni e reduce da una serie di successi in prestigiosi concorsi musicali, ha eseguito il Lied Die Forelle (La trota) di Franz Schubert.



Si comunica che sono aperte le iscrizioni alla colonia estiva anno 2018 che si concluderanno mercoledì 13/6/2018, alle ore 18,30.
Gli uffici saranno aperti al pubblico, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00, e lunedì e mercoledì, anche dalle ore 16,30 alle ore 18,30.
La documentazione da presentare è scaricabile dal sito www.fondazionelucifero.it, nella sezione news o avvisi e bandi, ed è composta da due files. Infatti, oltre che della domanda di partecipazione, bisogna munirsi anche dall'autorizzazione al trattamento dei dati personali da parte dell' Associazione Il Giglio, partner dell'Ente. 

Tra la documentazione consultabile c'è anche la nota informativa con tutte le notizie utili ai fini dell'iscrizione. 
Per ulteriori informazioni telefonare allo 090/9221402.

Giornata dedicata alla #strafelicità del prossimo 14 giugno a #gigliopoli.


Gigliopoli - Associazione Il Giglio



COMUNICATO STAMPA
giornata dedicata alla #strafelicità del prossimo 14 giugno a #gigliopoli.

IL GELATO NATURALE DEI MAESTRI ITALIANI A #CAPOMILAZZOPER INSEGNARE “LA RICETTA DELLA STRAFELICITA’"
Laboratori, spensieratezza, gusto, eccellenze, gelati, brioches, spettacoli: l’arte dei maestri gelatieri e Gigliopoli, un binomio infallibile per la… strafelicità!
Gigliopoli, la città dei bambini spensierati ospiterà, il prossimo 14 giugno dalle ore 10.00, una giornata all’insegna della “strafelicità”. Il partenariato tra l’Associazione “Il Giglio” e la #FondazioneBaroneLucifero punta sempre al top per i piccoli fruitori del progetto Gigliopoli, è per questo che anche questa volta non poteva che mirare all’#eccellenza del #gusto.
Grazie alla disponibilità di #gelatieri e #chef #professionisti che hanno sposato lo spirito gigliopolano, mettendosi al servizio, “La ricetta della strafelicità” è diventata una cosa semplice, fattibile, un’occasione unica ma possibile.
Per gli #adulti che vogliono imparare a fare in casa il gelato naturale e la nostra inimitabile granita con la brioche e per i piccoli liberi dalla scuola e con la voglia di nuove esperienze, non resta che approfittarne per godere di una giornata in compagnia di alcune eccellenze del mondo #enogastronomico che con ingredienti semplici e con frutta appena raccolta sapranno insegnare a grandi e piccini le loro segretissime ricette della strafelicità.
Genitori, nonni, fratelli, amici, tutti sono invitati ad iniziare le vacanze estive nel migliore dei modi: con un buon gelato!
Giorno #14giugno, dalle 10.00 alle 13:00 si terranno ben quattro laboratori a rotazione in cui #GiovannaMusumeci
insegneranno ai presenti come fare il #gelato e la #granita in casa partendo dalla frutta appena raccolta; #FrancescoArena, massimo esperto di #graniantichi, insegnerà ad impastare delle buonissime #brioches siciliane.
Dalle 17 alle 18.30 si potrà prendere parte ai laboratori di #GiacomoEmanuele sul #miele e di #AntoniaTeatino sui #colori naturali del vino, in collaborazione con #CantinePlaneta, azienda d'eccellenza siciliana, che cura il recupero di antichi vitigni autoctoni di Capo Milazzo.
E non finisce qui! Alle 18:30 inizierà lo #spettacolo condotto da #MatteoRazzini - attore, scrittore, gelatiere appassionato - tratto dall'omonimo libro "La ricetta della strafelicità". Durante il pomeriggio si potrà anche godere della compagnia di Libertina, la libreria itinerante.
La quota di partecipazione è di 7€ per tutti i laboratori della mattina, 6€ per lo spettacolo del pomeriggio, 10€ per l'intera giornata. I fondi raccolti andranno a sostegno delle attività del progetto Gigliopoli.
Sarà possibile assaggiare il gelato appena fatto sotto la guida delle eccellenze del gusto, i maestri gelatieri!
I POSTI SONO LIMITATI E LA #PRENOTAZIONE E' OBBLIGATORIA: per info e prenotazioni chiamare allo 090.9281274 o scrivere a info@ilgiglio.org
Oppure vai alla pagina:
http://www.gelatocontemporaneo.it/evento_gigliopoli/
Il ##mondo che Gigliopoli sta cercando di creare, il cambiamento che sta pensando di effettuare non ha prezzo, ma il sogno è realizzabile grazie a persone speciali come i maestri gelatieri che hanno scelto il progetto e grazie all’aiuto di chi sarà presente quel giorno ad onorare i maestri gelatieri ed imparare con loro la ricetta della strafelicità!

La ricetta della strafelicitàLa ricetta della strafelicità Un evento imperdibile per grandi e bambini. La mattina del 14 giugno a Gigliopoli sarà possibile imparare a fare gelato e granita dalle mani e dai consigli più grandi gelatieri italiani: con Giovanna Musumeci,…
GELATOCONTEMPORANEO.IT

Attività Gigliopoli - Associazione Il Giglio






Impegno, dedizione, gioco e fantasia hanno caratterizzato il nostro #centrostudi che, con la fine dell’anno scolastico, volge al termine! Lascia spazio alla nuova ed entusiasmante avventura della Colonia Estiva 2018, ma si porta dietro quanto imparato durante l’anno scolastico e tutta la fatica e l’impegno che hanno regalato grandi soddisfazioni. Tutto lo staff centro studi è fiero di ogni piccolo studente gigliopolano e di ogni traguardo raggiunto. Un piccolo passo in più compiuto da loro, è un piccolo passo in più per Gigliopoli che gioisce nel contribuire a mantenere salda la rotta verso il radioso futuro che aspetta ognuno di loro.

Gigliopoli, la città dei bambini spensierati e diligenti!

venerdì 8 giugno 2018

MESSINA: IL GRUPPO PARLAMENTARE ALL’ARS DEI POPOLARI E AUTONOMISTI –IDEA SICILIA A SOSTEGNO DEL CANDIDATO A SINDACO DINO BRAMANTI

Saranno sedici uomini e sedici donne – come dichiara l’on. Roberto Corona durante l’ultima conferenza stampa tenutasi lo scorso 7 giugno in presenza dell’on. Roberto Lagalla e del candidato a sindaco del centro destra, Dino Bramanti, che con il simbolo Popolari e Autonomisti– Idea Sicilia, il prossimo 10 giugno, concorreranno alla conquista degli scranni a Palazzo Zanca. Un progetto politico, quello dei Popolari e Autonomisti, che trova concretezza nella scorsa tornata elettorale, che con il 7% ha portato alla vittoria l’attuale Presidente della Regione, Nello Musumeci, e che si rinnova attraverso le idee di rinnovamento per la città metropolitana di Messina proposte dal candidato a sindaco Dino Bramanti, manager del Centro Neurolesi Bonino Pulejo – Irccs, nonché polo di eccellenza per la ricerca. Dino Bramanti é l’uomo giusto che può ridare speranza alla cittadina – ha sostenuto il leader dei Popolari e Autonomisti, on. Saverio Romano, in apertura della campagna elettorale, tenutasi a Messina, lo scorso 25 Maggio, presso la sala del consiglio provinciale palazzo dei leoni. Condividere il programma amministrativo e cercare di trovare la soluzione alle necessità ed ai bisogni del vasto territorio di Messina é tra le nostre priorità – ha sostenuto successivamente  l’Assessore della Regione Siciliana al Territorio ed Ambiente, on. Totò Cordaro, rivolgendosi al candidato a sindaco Dino Bramanti, durante un incontro pubblico tenutosi a Messina, presso il comitato elettorale dei Popolari ed Autonomisti, di Via Cesare Battisti, lo scorso 26 Maggio. L’on. Roberto Lagalla, Assessore della Regione Siciliana all’Istruzione e Formazione Professionale, durante il suo intervento, ha affermato che la lista a sostegno del candidato a sindaco, Dino Bramanti, dà il senso della continuità con i rappresentanti del governo regionale con i quali si può aprire un tavolo tecnico per affrontare le necessità della comunità, un impegno già avviato dal giorno dopo del suo insediamento all’Ars. Una lista, pertanto, che ha i suoi rappresentanti già operativi nel governo regionale, con i quali ci si può confrontare per le necessità di Messina e del suo hinterland.















Giardino Letterario di villa Vaccarino”, istanze da presentare entro il 15 giugno Studio legale milazzese adotta l’area verde di villa Vaccarino

giovedì 7 giugno 2018

“Giardino Letterario di villa Vaccarino”, istanze da presentare entro il 15 giugno
Studio legale milazzese adotta l’area verde di villa Vaccarino


L’assessorato ai Beni Culturali e Pubblica Istruzione, presente nel circuito nazionale del progetto “Città che legge”- promosso dal Centro per il Libro e la Lettura del MiBact - per il biennio 2018/2019, intende realizzare la seconda edizione di “Giardino Letterario di Villa Vaccarino” a partire da venerdì 6 Luglio e fino a domenica 16 Settembre, mettendo a disposizione di enti, associazioni, editori, librerie e tipografi lo spazio esterno di Villa Vaccarino al fine di realizzare attività di carattere culturale (presentazioni libri, laboratori di lettura ed eventi culturali in genere legati al mondo dell’editoria).

Ciascun soggetto interessato a fare parte della rassegna dovrà inviare entrovenerdì 15 Giugno alle ore 12 una mail all’indirizzobeniculturali@comune.milazzo.me.it recante: soggetto proponente, descrizione dell’attività proposta, titolo dell’appuntamento, contatti e recapito del soggetto referente.

Sarà cura dell’Ufficio Beni Culturali e Pubblica Istruzione contattare il soggetto proponente per confermare la data proposta o concordare ulteriori dettagli.

Qualsiasi materiale promozionale e pubblicitario dell’evento realizzato da ciascun proponente dovrà includere la dicitura “Giardino Letterario di Villa Vaccarino”, lo stemma comunale con sottostante “Assessorato Beni Culturali e Pubb. Istr.” e il logo nazionale “Città che legge”.


Studio legale milazzese adotta l’area verde di villa Vaccarino
Lo studio legale “Vincenzo Isgrò” di Milazzo ha adottato l’area verde di Villa Vaccarino, l’immobile liberty di via Cristoforo Colombo che per decenni ha ospitato uffici giudiziari.
Nella giornata di ieri è stata sottoscritta la convenzione tra l’avvocato Isgrò, titolare dello studio e il Comune, rappresentato dal dirigente del settore “Ambiente e Territorio”, Tommaso La Malfa.
La convenzione – che ha una durata quadriennale, rinnovabile – richiama la delibera della giunta municipale del 2014 che ha approvato il regolamento comunale per l’adozione di aree pubbliche ed arredi urbani di proprietà comunale. Oltre a contenere la descrizione delle aree che verranno messe a disposizione del privato, fissa tutti gli adempimenti che dovranno essere eseguiti non solo per la pulizia ma anche per preservare le specie arboree di pregio presenti.

L’area in questione presenta una superficie totale di 4730 mq di cui 450 mq occupati dai fabbricati di pertinenza, 1650 mq di aiuole a verde, 140 mq occupati da una fontana.
Nella convenzione vengono esplicitate anche le cose che il privato potrà fare nell’area avuta in adozione: mostre, convegni, concerti, visite guidate ed eventi vari. Ciò attraverso una richiesta di autorizzazione al Comune il quale “potrà entro i successivi nove giorni negarla solo per comprovati e giustificati motivi”. Il Comune ha altresì evidenziato che “fermo restando la funzione e la destinazione pubblica, le aree a verde dovranno essere accessibili a tutti”
“Questa convenzione – ha affermato l’assessore all’Ambiente, Damiano Maisano – rappresenta, vista anche l’entità dell’area interessata, il coronamento del nostro progetto di affidare spazi verdi a privati che amano la nostra città e vogliono dare un contributo al miglioramento dei luoghi in cui vivono o che rappresentano motivo di orgoglio per i cittadini. E ritengo che villa Vaccarino, per la sua storia e per la bellezza architettonico-naturalistica sia uno di questi beni. Sono certo che grazie all’impegno dell’avv. Isgrò quest’area così gradevole, soprattutto nel periodo aprile/settembre, potrà ospitare con maggiore frequenza iniziative culturali ed artistiche”.
“Il mio intendimento – ha aggiunto l’avv. Vincenzo Isgrò – è quello di rendere fruibile questo bene a tutti a cominciare dalle scolaresche e dai turisti che fino ad oggi hanno potuto ammirare i giardini da fuori. Una scelta dettata da senso civico contando anche sulla collaborazione di tanti amici animati di buona volontà. Non escludo pure, vediamo in che modo, una collaborazione con l’istituto Agrario per coinvolgere gli studenti nella cura delle essenze anche per fini didattici”.