sabato 25 aprile 2015

Camminata da Santa Lucia a Milazzo. 25 aprile 2015

Foto della camminata da Santa Lucia a Milazzo.

25 aprile 2015.
"Santa Lucia del Mela sorge sulle pendici del colle Mankkarruna (m. 368) sulla cui sommità si erge il castello Arabo-Normanno. Ai due lati del colle scorrono due torrenti, il Mela (dal greco Melas) e il Floripotema (anticamente Facellinum) che vanno a sfociare nel mar Tirreno.

Il territorio di Santa Lucia del Mela, cittadina collinare dell'entroterra tirrenico, è uno dei più estesi (82,94 Kmq) tra i comuni siciliani non capuologo di provincia, giunge infatti fino ai monti Peloritani e confina con i comuni ionici di Mandanici e Fiumedinisi. La posizione geografica rende la città una terrazza sul tirreno, ed offre la visione incantevole del litorale tirrenico da capo Calavà ad Ovest fino a capo Vaticano in Calabria ad Est e alle Isole Eolie a Nord. Non sono da meno, risalendo il Mela, gli splendidi paesaggi montani dei Peloritani e i luoghi selvaggi ancora incontaminati."

In partenza dalla piazza di S. Lucia del Mela.

Il gruppo

Inizia la discesa...

Questa strada è poco battuta...

si può camminare in mezzo alla  strada...

Arrivati a Milazzo!

Rigorosamente in fila indiana in questa strada...

Sempre in discesa...

Anche qui in fila indiana...

Il gruppo...quasi completo...

Foto di Pippo Geraci.

Milazzo, Barbara La Rosa: “nessun ritiro, sarò la capolista del Psi. Il PD alle prese con l'assegnazione del simbolo



Milazzo, Barbara La Rosa rilancia: “nessun ritiro, sarò la capolista del Psi”
Fonte 25 aprile 2015 10:49 | Redazione StrettoWeb

Milazzo - A sette giorni dalla presentazione delle liste dei candidati a sindaco e dei consiglieri comunali.(data prevista 2 maggio 2015 ) di certo che  siano sei i candidati a primo cittadino. Nulla si sa intorno alle liste collegate.ma tutti i candidati certi sono già al lavoro. 
Mentre in casa Pd di Milazzo la situazione di incertezza impedirà quasi certamente l’utilizzo del simbolo del Pd da parte dei circoli 
Non sembrano avere problemi di questo tipo  i Socialisti che, dopo ufficializzazione dell'accordo elettorale Carmelo Formica - Barbara La Rosa, sono pronti a battersi per determinare un radicale cambiamento nel modo di fare politica. 
E' la stessa Barbara la Rosa che sull'accordo politico in questione, poichè da qualche giorno l'esponente socialista ha avvertito una certa disinformazione, per questo motivo ha rilasciato un intervista alla

venerdì 24 aprile 2015

Milazzo -amministrative 2015 : Attenti a quei due - La sfida



Questa mattina, i candidati Carmelo Formica e Barbara La Rosa, dopo gli incontri avvenuti negli scorsi giorni, hanno ufficializzato alla stampa, l’intento di proseguire un percorso comune che sovverta la precarietà istituzionale e offra alla cittadinanza uno scenario nuovo, costruito sui programmi e non sugli accomodamenti.
L'iniziativa elettorale di oggi, come nella migliore tradizione televisiva o cinematografica, è andata in scena la prima puntata di "attenti a quei due". Gli altri candidati a sindaco sono avvertiti
Perchè "La sfida"?

Sono stati proprio messaggi di sfida leale lanciati nel corso della conferenza stampa da Barbara La Rosa - Carmelo Formica: verso  il nuovo modo di fare politica. 
In una saletta gremita  esordisce il dott. Carmelo Formica, che ringrazia fortemente tutte le persone, le forze politiche, il gruppo dell’UDC, che fino ad ora hanno sostenuto e aderito al progetto “fai partire il cambiamento”, e mostra sincera riconoscenza a Barbara La Rosa ed il PSI per aver accolto la richiesta di dialogo:
 < Ci avvicina l’intenzione di avviare una buon modo di amministrare la Città per poter sradicare dal territorio le vecchie logiche di quella politica che ha già fatto la storia di Milazzo. 
I nostri programmi amministrativi si incontrano su molti punti e si completano in altri. Per questo motivo formiamo una squadra unita da un “nuovo modo” di fare politica: abbiamo intenzione di dar vita ad un’amministrazione attenta alle necessità dei cittadini, caratterizzata da trasparenza, democrazia partecipata, ascolto degli abitanti e dei lavoratori, accessibilità. Una politica del fare che può essere attuata solo da chi possiede, non solo competenze, ma anche la possibilità di agire e di scegliere liberamente nell’unico rispetto del bene cittadino, escludendo qualsiasi compromesso dettato dagli schemi della politica clientelare>>. 
Barbara La Rosa, nella sua dichiarazione evidenzia in maniera palese come il primo obiettivo per chi fa politica è quello di crederci, e questo avviene solo se si è supportati da una grande passione: <>. 
Il dottore Carmelo Formica conclude affermando: << La nostra è un’aggregazione composta essenzialmente da persone oneste, professionali e nuove, ovvero una forza che, rivendicando la propria soggettività, si pone come modello risolutivo per ovviare alle problematiche cittadine>>. 

Riceviamo e Pubblichiamo

giovedì 23 aprile 2015

Conclusa con successo la Preselection artistica 2015 Osa Production






Cala il sipario a Villafranca Tirrena sulla Preselection artistica Osa Production 2015 condotta come sempre da Nuccio Scibilia. Anche quest’anno successo per l’Agenzia per il sud Italia diretta da Nancy La Greca. “Sono fiera del risultato ottenuto – ha affermato – ed è importante scoprire nuovi talenti sperando di dar loro un futuro nel mondo dello spettacolo”.


Degli 80 nuovi preselezionati provenienti da tutta la Sicilia che si sono esibiti al cospetto dei tecnici della Osa Production, durante le prime tre fasi della preselection, solo a 40 è stata data la possibilità di esibirsi nelle successive due doppie fasi interne ed esterne (4° e 5°) nelle quali la giuria tecnica presieduta dal maestro Carmelo Culicetto dopo una meticolosa scrematura li ha ridotti a 20. Questi i venti selezionati e promossi delle varie categorie (10 cantanti, 2 gruppi vocali, 4 ballerini, 3 poeti e un mago) che entreranno di diritto a far parte dell’imminente nuovo cast della rassegna canora a squadre itinerante del messinese “Noi in arte show 2015”. Nella categoria cantanti: il duo RosMar-Scimaz (rivelazione 2015) Rosalba Scibilia, Marzia Mazzeo, Carmen Spartà, Nino Privitera, Mary Lanza, Sara Di Bella, Federica Galeota, Denise Calcagno, Vanessa Milici, Nuccetto Scibilia, Michael e Miriam Di Grande, Viviana Russo group (Mario Giannetto, Liviana Maisano, Luana Grillo, Francesca Costanzo, Antonio Gullo, Peppe Todaro, Mario Nostro) e Ramona De Falco group (Agata D’Amico, Giusy Morgante, Santino Di Grande, Ramona D’Angelo, Diego De Falco, Immacolata Di Grande e Alessio Campgna). Categoria magia: Dany Volpintesta – il mago della festa; categoria poeti: Alfredo Gugliara, Pippo Saccà e Gianni Amico. Categoria danza: Il corpo di ballo “Le sirenette” (Rosalba, Marzia, Federica e Denise).


Prossimo appuntamento a Scala Torregrotta con la prima tappa del “Noi in arte show” alle 18 presso il ritrovo “Empire Fairy” di Antonio Pino e Annalisa Coletta.

Amministrative Milazzo 2015: domani ufficializzazione accordo elettorale UDC -PSI


Stamattina i candidati a sindaco Carmelo Formica (#fai partire il cambiamento) e Barbara la Rosa (Psi) hanno raggiunto l’accordo e correranno insieme per la sindacatura. Si sta concretizzando di fatto quanto auspicato un paio di mesi fa dal segretario provinciale dell'UDC , Chiara Giorgianni. – "puntare ad un progetto politico aperto a tutte le forze sociali e la condividere il programma amministrativo proposto dal medico Carmelo Formica, che è coerente con le esigenze prioritarie del territorio e dei milazzesi”.L'esponente scudo- crociato continuava ."in un momento in cui la comunità milazzese è lacerata da conflitti politici decennali che l’hanno resa ingovernabile e male amministrata. A Milazzo vi è la necessità di un cambiamento profondo che passa attraverso un rinnovamento dei movimenti civici di cui Carmelo Formica è l’espressione migliore”. .

Chiara Giorgianni
E' inutile dire che l'accordo Formica - La Rosa ha una rilevanza politica è va verso un intesa dei cattolici democratici ed un importante forza socialdemocratica. 
Dopo l'incontro di oggi l’annuncio ufficiale verrà fatto domani nel corso di una conferenza stampa., Venerdì 24 alle ore 10.30 presso il comitato elettorale del candidato Carmelo Formica, Via Dei Mille, 54 (1 piano).
Sarà Carmelo Formica a rappresentare la coalizione mentre La Rosa avrà un ruolo di rilievo e lo accompagnerà in tutte le uscite ufficiali in un rapporto politico paritario delle componenti. Per l'Udc, la novità è puntare, per la prima volta, costruire un progetto serio in grado di amministrare al meglio il comune tirrenico. coerente con la cultura moderata. 

Sab. 25 Aprile 2015 - Camminata “ da Santa Lucia a Milazzo

Sab. 25 Aprile 2015 - Camminata “ da Santa Lucia a Milazzo
Partenza dalla P.zza Milite Ignoto di Santa Lucia del Mela alle ore 8.00.
(partenza da Milazzo alle ore 7,30)
Per informazioni telefonare a Marialuisa tel.3207231597
Camminata “ da Santa Lucia a Milazzo
"…..un lungo viaggio a piedi dove ci si muove con le proprie forze e quello che si possiede lo si porta sulle spalle. Calarsi in una realtà dove il ritmo scandito dei passi, l’impegno fisico, sentirsi immersi senza barriere nel paesaggio che si attraversa, libera la mente dai limiti e dalle assuefazioni della realtà quotidiana."
DIARIO DI BORDO 2014
Il gruppo è pronto a partire.
Partiti, il tempo è un po' minaccioso, in discesa si va che è una bellezza...
Si cammina in fila indiana per non correre rischi....
Si chiacchiera e si formano gruppetti...
Fa un po' freschino, ma si cammina spediti.
Sosta per compattare il gruppo
ed ecco il gruppo compatto!
Si percorrono strade interne, poco trafficate.
Ulteriore sosta per compattare il gruppo
Ed ecco il gruppo compatto!
Si cammina in armonia con noi stessi e con l'ambiente circostante.

Gita a SINAGRA (ME) “ La Perla dei Nebrodi” Sabato 23 maggio 2015

GITA A SINAGRA (ME) “ La Perla dei Nebrodi” Sabato 23 maggio 2015
Partenza dalla Piazza Marconi (vecchia stazione FS) di Milazzo ore 8,00 , rientro previsto ore 20,00 c.a.
Quota individuale € 10,00 viaggio a/r in pullman. Pranzo in agriturismo € 20,00.
Camminata e gita nel paese di Sinagra con guida.
Per informazioni/ iscrizioni telefonare a Marialuisa tel.3207231597.
-Sinagra (Altitudine 260 m s.l.m.) è un piccolo centro medievale, in provincia di Messina, sulle sponde del torrente Naso, dove frammenti di storia millenaria convivono, in un contrasto gradevole, con l’inevitabile modernità. Ricca del verde intenso dei Monti Nebrodi e contornata dallo scrosciare di acque cristalline, per le sue peculiarità naturalistiche Sinagra si è conquistata l’appellativo di “Perla dei Nebrodi”.
L’ubicazione a ridosso della fiumara, un tempo navigabile e quindi unica via di comunicazione tra l’entroterra e il mare, fa supporre che Sinagra sia stato uno dei primi insediamenti dell’area Nebroidea. Tra i beni materiali di Sinagra occorre annoverare le antiche fontane e palmenti sparsi in tutto il territorio e recentemente censiti al fine di dar vita a dei percorsi che consentano di esplorare questi siti dall’indiscutibile valenza storico – culturale. La ricca vegetazione unita alla dolcezza della collina, al microclima gradevole e all’ambiente salubre rendono Sinagra un centro unico al mondo.

Sono stati istituiti il "Percorso delle 100 fontane", "La strada dei Palmenti" e "Il percorso degli alberi secolari", itinerari che promuovono i beni culturali locali.-


martedì 21 aprile 2015

Amministrative Milazzo 2015 Il medico Carmelo Formica si rivolge a tutte le forze nuove presenti nel territorio, in particolare ai Socialisti di Barbara la Rosa





il dottor Carmelo Formica - del progetto civico si basa sui valori dell’amministrazione trasparente, della cittadinanza protagonista e promuove un sistema meritocratico.Si rivolge 
a tutte le forze nuove presenti nel territorio:
" Occorre un incontro urgente con il candidato Barbara La Rosa, che vanta una squadra aperta al rinnovamento, per avviare un dialogo politico finalizzato a contrastare le vecchie logiche di partito ed aprire una strada per il bene della Città.>>
COMUNICATO STAMPA N° 6 – 21 APRILE 2015
Carmelo Formica: <<Rischio ritorno vecchio sistema politico. Appello al nuovo.>>
Nelle ultime ore, le dichiarazioni dei candidati stanno delineando chiaramente lo scenario politico che ci accompagnerà fino al 31 Maggio.
Il panorama mostra, da una parte, il sodalizio di Presti con l’Avv. Giovanni Formica, candidato a sindaco del PD sostenuto da vecchi noti amministratori, che ha contribuito notevolmente al rafforzamento delle forze del vecchio sistema politico; dall’altra l’amministrazione uscente di Pino attorniato dalla solita vecchia Giunta.
<<Noi restiamo fermi sulla volontà di sradicare dal territorio le vecchie logiche della politica, fatte di pratiche clientelari e soliti vecchi volti, gli stessi che, negli ultimi decenni, hanno guidato la Città verso un punto di non ritorno. – dichiara il dottor Carmelo Formica - Il nostro progetto civico si basa sui valori dell’amministrazione trasparente, della cittadinanza protagonista e promuove un sistema meritocratico.

Per questo motivo, chiediamo un confronto con tutte le forze nuove presenti nel territorio: occorre un incontro urgente con il candidato Barbara La Rosa, che vanta una squadra aperta al rinnovamento, per avviare un dialogo politico finalizzato a contrastare le vecchie logiche di partito ed aprire una strada per il bene della Città.>>


lunedì 20 aprile 2015

Basket, CND-Girone I: Ultima di campionato. Ai playoff, Reggio Calabria, Cefalù e Costa d’Orlando




Basket, CND-Girone I: 
Ultima di campionato. Ai playoff, Reggio Calabria, Cefalù e Costa d’Orlando

Posted by: Redazione i

Basket, CND-Girone I, A conclusione della fare regular season, le prime tre classificate del girone I prenderanno parte ai play off. Nel terzetto, unica della provincia messinese, l’Irritec Costa d’Orlando, che nell’ultima giornata del torneo batte agevolmente Ragusa 86-63 e, complice la contemporanea sconfitta della rivale Patti a Reggio Calabria, chiude al terzo posto il suo girone, accedendo così alla seconda fase del campionato.
Al primo posto Vis Reggio Calabria , seguito dalla Zannella Basket Cefalu’. Campionato concluso per le altre nove formazioni del girone. Nella foto, l’Irritec Costa d’Orlando nella gara contro Ragusa.
I paladini, nella seconda fase di C Nazionale inseriti nel Girone F, avranno come avversari: We’re Basket Ortona, Cesarano Scafati Basket e Virtus Valmontone.
Le gare della seconda fase partiranno sabato 25 aprile e si concluderanno domenica 31 maggio. Sei partite, tre in casa ed altrettante in trasferta, con la vincente del girone che verrà promossa in Serie B. Le seconde classificate di ogni girone effettueranno uno spareggio promozione, che varrà il salto di categoria.
Di seguito, date e formula 2° fase.
I risultati della 26^ giornata, ultima di campionato (19/4/2015):
19/04/2015-ore 18,00- Vis Reggio Calabria – Sport è Cultura Patti Sport 74-72
19/04/2015-ore 18,00-F.P. Sport Messina-Amendolia Assicurazioni Milazzo 77-85
19/04/2015-ore 18,00-Kama Italia Aretusa-Green Basket Palermo 74-78
19/04/2015-ore 18,00-Irritec Costa d’Orlando-Basket Club Ragusa 86-63
19/04/2015-ore 18,00-Pol. Basket Acireale-Peppino Cocuzza S. Filippo del Mela (Centro Conv.) 84-67
Riposavano: Zannella Basket Cefalu’ e New Team 2000 Crotone 
Classifica finale del girone I
1 Vis Reggio Calabria 36 7 Polisportiva Basket Acireale 18
2 Zannella Basket Cefalu’ 36 8 Amendolia Assicurazioni Milazzo 16
3 Irritec Costa d’Orlando 32 9 Peppino Cocuzza – Centro Convenienza 14
4 Sport E’ Cultura Patti 30 10 New Team 2000 Crotone 12
5 Green Basket Palermo 30 11 Basket Club Ragusa 10
6 Kama Italia Aretusa 20 12 F.P. Sport Messina 10

Serie C Nazionale: I verdetti finali nei dieci gironi, date e formula 2° fase
In virtù dei risultati dell’ultima giornata in Serie C, sono ammesse alla 2° fase le seguenti squadre:
Girone A (Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta, 3 squadre qualificate):
1) Big Store Alba: punti 44 (22-4)
2) SAT Crocetta Torino: punti 40 (20-6)
3) Basket Trecate: punti 36 (18-8, 2 vinte-2 perse, +18 nella classifica avulsa con Domodossola e Spezia)
Girone B (Lombardia, 5 squadre qualificate):
1) 7 Laghi Gazzada: punti 44 (22-6)
2) IMO Saronno: punti 42 (21-7)
3) Cocoon Lissone: punti 38 (19-9)
4) Goodbook Manerbio: punti 36 (18-10)
5) Argomm Basket Iseo: punti 34 (17-11, +12 doppio confronto con Milano3)
Girone C (Veneto-Friuli Venezia Giulia-Trentino Alto Adige, 4 squadre qualificate):
1) Banca Popolare Vicenza: punti 38 (19-5)
2) Calligaris CSB Corno di Rosazzo: punti 34 (17-7)
3) Broetto Costruzioni Padova: punti 32 (16-8), +2 nel doppio confronto con San Vendemiano
4) Rucker Sanve San Vendemiano: punti 32 (16-8), -2 nel doppio confronto con Padova
Girone D (Emilia Romagna, 4 squadre qualificate):
1) Raggisolaris Faenza: punti 40 (20-6)
2) Angels Santarcangelo: punti 36 (18-8)
3) Virtus Spes Vis Imola: punti 34 (17-9)
4) Bk Castelfranco Emilia:punti 32 (16-10, 2-0 doppio confronto con Tigers Forlì)
Girone E (Toscana, 3 squadre qualificate):
1) Blukart Etrusca San Miniato: punti 44 (22-4)
2) Club Pall. Empoli: punti 42 (21-5)
3) Virtus Siena: punti 40 (20-6)
Girone F (Marche-Abruzzo-Umbria, 3 squadre qualificate):
1) We’re Basket Ortona: punti 48 (24-2)
2) Sandretto Falconara: punti 42 (21-5)
3) Campli Basket: punti 40 (20-6)
Girone G (Lazio, 3 squadre qualificate):
1) Basket Scauri: punti 48 (24-2)
2) Virtus Valmontone: punti 38 (19-7)
3) Pall. Fabiani Formia: punti 36 (18-8)
Girone H (Campania-Molise-Puglia-Basilicata, 3 squadre qualificate):
1) Allianz San Severo: punti 44 (22-6, +9 nel doppio confronto con Cesarano Scafati)
2) Cesarano Scafati Basket: punti 44 (22-6, -9 nel doppio confronto con San Severo)
3) Basket Sarno: punti 42 (21-7)
Girone I (Sicilia-Calabria, 3 squadre qualificate):
1) Vis Reggio Calabria: punti 36 (18-4, 2-0 nel doppio confronto con Cefalù)
2) Zannella Basket Cefalù: punti 36 (18-4, 0-2 nel doppio confronto con Vis Reggio Calabria)
3) Irritec Costa d’Orlando: punti 32 (16-6)
Girone L (Sardegna, 1 squadra qualificata):
1) Tavoni S. Orsola Sassari: prima classificata, punti 50 (25-3)
SECONDA FASE, PROGRAMMA E DATE:
La seconda fase prevede le 32 qualificate divise in 8 gironi da 4 squadre ciascuno; al termine di questa fase con gare di andata e ritorno, la prima classificata di ogni girone sarà promossa direttamente in Serie B.
Di seguito la composizione dei gironi:
Girone A: Big Store Alba (Piemonte-Liguria 1), Bk Castelfranco Emilia (Emilia Romagna 4), IMO Saronno (Lombardia 2), Broetto Costruzioni Padova (Veneto-Friuli Venezia Giulia 3)
Girone B: 7 Laghi Gazzada (Lombardia 1), Rucker Sanve San Vendemiano (Veneto-Friuli Venezia Giulia 4), Angels Santarcangelo (Emilia Romagna 2), Basket Trecate (Piemonte-Liguria 3)
Girone C: Banca Popolare Vicenza (Veneto-Friuli Venezia Giulia 1), Goodbook Manerbio (Lombardia 4), Sandretto Falconara (Marche-Abruzzo 2), Virtus Siena (Toscana 3)
Girone D: Raggisolaris Faenza (Emilia Romagna 1), Cocoon Lissone (Lombardia 3), Tavoni S. Orsola Sassari (Sardegna 1), SAT Crocetta Torino (Piemonte-Liguria 2)
Girone E: Blukart Etrusca San Miniato (Toscana 1), Argomm Basket Iseo (Lombardia 5), Calligaris CSB Corno di Rosazzo (Veneto-Friuli Venezia Giulia 2), Virtus Spes Vis Imola (Emilia Romagna 3)
Girone F: We’re Basket Ortona (Marche-Abruzzo 1), Cesarano Scafati Basket (Campania-Puglia 2), Virtus Valmontone (Lazio 2), Irritec Costa d’Orlando (Sicilia-Calabria 3)
Girone G: Basket Scauri (Lazio 1), Zannella Basket Cefalù (Sicilia-Calabria 2), Club Pall. Empoli (Toscana 2), Basket Sarno (Campania-Puglia 3)
Girone H: Allianz San Severo (Campania-Puglia 1), Pall. Fabiani Formia (Lazio 3), Vis Reggio Calabria (Sicilia-Calabria 1), Campli Basket (Marche-Abruzzo 3)
Il calendario:
1° giornata – Domenica 26 aprile
2° giornata – Domenica 3 maggio
3° giornata – Domenica 10 maggio
4° giornata – Domenica 17 maggio
5° giornata – Domenica 24 maggio
6° giornata – Domenica 31 maggio
Le seconde classificate di ogni girone effettueranno uno spareggio promozione in campo neutro, in unica sede o più sedi, secondo i seguenti accoppiamenti:
2° Girone A -2° Girone B
2° Girone C-2° Girone D
2° Girone E-2° Girone F
2° Girone G-2° Girone H
Le gare di spareggio si disputeranno venerdì 5 e sabato 6 giugno (se in unica sede), o sabato 6 giugno (se in più sedi). Le vincenti degli spareggi saranno anch’esse promosse in Serie B.

Pallavolo Trofeo delle regioni. Il presidente della FIPAV MESSINA - LOTRONTO: “ BRAVI I COMUNI DI MONTAGNAREALE, PATTI, BROLO, TORTORICI, GIOIOSA MAREA, CAPO D’ORLANDO E TORRENOVA A CAPIRE L’IMPORTANZA DEL BINOMIO SPORT E TURISMO”. Assenti i comuni di Barcellona Pg e Milazzo




COMUNICATO STAMPA
KINDERIADI 2015 – TROFEO DELLE REGIONI N.1 DEL 20.04.2015.
IL “TROFEO DELLE REGIONI”, KINDERIADI 2015, DOPO 23 ANNI TORNA IN SICILIA (COSTA TIRRENICA MESSINESE) E SARA’ PRESENTATO UFFICIALMENTE MERCOLEDI’ 22 APRILE A PALERMO (PALAZZO DEI NORMANNI, SALA ROSSA ORE 10,30).

SETTE I COMUNI CHE OSPITERANNO CON LE LORO STRUTTURE LA MANIFESTAZIONE CHE RACCOGLIE LA MEGLIO GIOVENTU’ DEL VOLLEY GIOVANILE ITALIANO.
OLTRE SETTECENTO ATLETI E TECNICI IMPEGNATI IN CINQUE GIORNI DI GARE, DAL 29 GIUGNO AL 4 LUGLIO.
IL PRESIDENTE DELLA FIPAV MESSINA LOTRONTO: “NOI SIAMO PRONTI, 
BRAVI I COMUNI DI: 
MONTAGNAREALE,
PATTI, 
BROLO,
TORTORICI, 
GIOIOSA MAREA, 
CAPO D’ORLANDO 
E TORRENOVA
.
Messina – Quando mancano meno di 70 giorni al via è già tutto pronto per il taglio del nastro della 32.edizione del Trofeo delle Regioni, “Kinderiadi 2015”. 
Colpisce l'assenza di due dei principali comuni della provincia Tirrenica , il riferimento è in particolare a Barcellona Pg e Milazzo.
Intanto tanto lavoro per mettere a punto la macchina organizzativa della più importante manifestazione di volley giovanile italiana che quest’anno vedrà protagonista assoluta la costa tirrenica messinese. Sette i Comuni impegnati a mostrare il loro volto migliore per la manifestazione che si svolgerà dal 29 giugno al 4 luglio nelle palestre di Montagnareale, Patti, Brolo, Tortorici, Gioiosa Marea, Capo d’Orlando e Torrenova ed avrà come base d’appoggio il villaggio turistico di Capo Calavà. Una kermesse dai numeri importanti, con oltre 700 tra atleti e tecnici impegnati in cinque giorni di gare all’ultima schiacciata, per conquistare la palma di migliore rappresentativa regionale sia in campo maschile che femminile. Ventuno le Regioni che arriveranno a Messina (Trento e Bolzano partecipano separatamente) con un carico di giovanissime speranze e la consapevolezza che in ogni caso sarà stata per loro la prima importante esperienza agonistica lontana dalle mura di casa. “Il “Trofeo delle Regioni” torna in Sicilia e sarà ospitato per la prima volta dalla provincia di Messina, sono infatti passati 23 anni dall’ultima volta e in quell’occasione, era il 1992, si giocò a Palermo. La macchina organizzativa è ormai a pieno regime – ha sottolineato il numero uno della Fipav messinese Antonio Lotronto – e proprio pochi giorni fa abbiamo avuto la visita del Vicepresidente nazionale della federazione, il pugliese Giuseppe Manfredi e del delegato federale per le attività giovanili, Andrea Burlandi (presidente della Fipav Lazio) che ci hanno riempito di elogi per il lavoro svolto e per la grande partecipazione con cui il territorio sta affrontando l’organizzazione dell’evento”.
Il prossimo step, in attesa del fatidico 29 giugno, sarà quindi la presentazione ufficiale della manifestazione che si terrà mercoledì prossimo a Palermo nella prestigiosa Sala Rossa del Palazzo dei Normanni. Alla conferenza stampa interverranno il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, il direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Giacomo D’Arrigo, i massimi esponenti della Fedrazione Italiana Pallavolo con in testa il presidente nazionale Carlo Magri, quindi Vincenzo Falzone, Antonio Lotronto ed il presidente del Coni Sicilia, Sergio D’Antoni. Sarà un occasione importante per dire che il territorio messinese, senza complessi d’inferiorità, può ospitare manifestazioni di grande rilevanza in stretta combinazione con quei Comuni che hanno capito l’importanza strategica di fare del binomio sport e turismo un volano per la crescita.
Comunicato Fipav Messina


Milazzo Città del florovivaismo




Dare voce ai produttori del comprensorio, ascoltando i titolari delle aziende agricole site nel ridente golfo tra Tindari e Milazzo -

DUOMO ANTICO – CASTELLO DI MILAZZO –“COLTIVIAMO SVILUPPO IN SICILIA, LA TERRA DEL TUO FUTURO”GIORNATA INFORMATICA SUL FUTURO DEL FLOROVIVAISMO VERSO IL 2020 SABATO 18 APRILE 2015 ORE 9.30
Tanti gli ospiti: 
Antonino Caleca – Assessore Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea
Rosaria Barresi - Dirigente Generale Assessorato Regionale dell’Agricoltura, delloSviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - Dipartimento Agricoltura
Vincenzo Donadono -Dirigente Responsabile della SOAT di Spadafora
Salvatore Bottari Capo Ispettorato Agrario di Messina
Bursi Giuseppe - Dirigente Responsabile – Servizio 2° per lo sviluppo e ladiversificazione delle attività aziendali
Domenico Carta Cerrella – Dirigente Responsabile Unità Operativa 39 –Coordinamento Attività Fitosanitaria
Felice Genovese – Presidente Ordine Provinciale dei dottori Agronomi e Forestale di Messina
Calogero Ferrantello - Dirigente Servizio VI - Assessorato Regionale Agricoltura, Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea - Dipartimento Agricoltura

Quale il messaggio che parte dell'incontro milazzese del florovivaismo? Un settore che in Sicilia annovera quasi 1.500 imprese, per una superficie agricola investita di circa 2.500 ettari e un numero di addetti stimato 9-10 mila unità considerando anche l’indotto. Sono questi i numeri del florovivaismo siciliano, un comparto di grande importanza per l’agricoltura dell’Isola, ma che vede la propria azione frenata dalla mancanza di una strategia adeguata relativa all’export, purtroppo ancora ostacolato da troppe barriere doganali. «L’export del florovivaismo italiano è in crescita negli ultimi tre anni, ma deve trovare il modo di avere più forza all’estero, superando le barriere doganali»
Nell'incontro di Milazzo si coglie tanta voglia di fare, tanto sano ottimismo stemperato, purtroppo, da reali preoccupazioni, problemi concreti. Il tessuto agricolo del nostro territorio è composto da tante aziende che hanno voglia di fare, di crescere e di migliorare la qualità del loro prodotto. Tanti sono i giovani imprenditori agricoli, uomini e donne, che con sempre maggiore professionalità e capacità stanno rivitalizzando il territorio. Queste sono senz’altro le risorse su cui si deve scommettere per ridare all’agricoltura il ruolo che le compete; la valorizzazione delle risorse, umane e non, e del territorio ove esse si trovano sono gli obiettivi primari che politiche serie ed attente dovrebbero perseguire. Anche se la realtà presenta spesso difficoltà varie, determinate da un altrettanto vario ventaglio di fattori (crisi di mercato, massiccio e crescente andamento delle importazioni, gap infrastrutturale, eccessivo appesantimento burocratico), occorre guardare avanti per uscire dalla crisi, guadagnare altre fasce di mercato e dare redditività all’impresa agricola. 
Una bella lezione in tal senso l’hanno data, di recente, le numerose aziende del messinese che alla fiera di Padova hanno rappresentato al meglio il florovivaismo siciliano, dando risalto alle nostre specialità agrumicole. Tante idee e nuove sfide imprenditoriali hanno animato gli stands e incoraggiato gli operatori del settore. L’innovazione nel campo dei substrati di coltivazione -fibra di cocco- e il florovivaismo eco-compatibile sono stati gli argomenti di maggiore interesse durante le tre giornate fieristiche. Molte sono oggi le aziende interessate all’utilizzo della fibra di cocco, un materiale di riciclo, ecocompatibile, quasi-inerte (privo cioè di nutrimenti propri, per questo addizionabile liberamente con i nutrimenti impiegati per la pianta) che presenta numerosi vantaggi per i produttori agrumicoli. Questo substrato favorisce, infatti, la radicazione della pianta che impiegherà minor tempo a svilupparsi… gli esperti quantificano in mesi 10 il tempo necessario ad ottenere una pianta finita… forse sono pochi ma, di certo, i tempi di produzione, risultano notevolmente ridotti con l’impiego della fibra di cocco. La sua consistenza light, per dirla all’inglese, favorisce i produttori anche nella fase di consegna, infatti, ciascun carrello, utilizzato per la spedizione delle piante, avrà un peso minore e conterrà un numero maggiore di piante, cosa che si tradurrà in risparmio per chi vende e di conseguenza per chi acquista. La vetrina fieristica padovana, si è rivelata, ancora una volta un importante appuntamento per gli operatori del settore e, sfatando vecchi “miti” che, la volevano ormai superata, è stata foriera di interessanti novità.
Perchè tanto interesse per " La fiera di Padova" nasce con la prima edizione della Fiera Campionaria nel 1919, quando, in occasione della festività di S.Antonio, pellegrini provenienti da ogni dove accomunavano acquisti e devozione. Oggi, sempre più internazionale ed in linea con le esigenze del mercato, è divenuta, per l’Europa mediterranea, la principale rassegna nel settore. Il salone internazionale del florovivaismo, ogni sei mesi porta a Padova, operatori da tutti i mercati europei. Numerosi gli incontri e le manifestazioni professionali, molteplici i settori in mostra (florovivaismo, hobby flora, flortecnica) organizzati su di una superficie di 72.000 mq, in grado di accogliere 1.200 espositori e 35.000 visitatori. Certo sono queste le belle realtà con cui gli imprenditori agricoli vorrebbero sempre avere a che fare ma, purtroppo, non mancano i problemi, che a sentire i vivaisti sono soprattutto legati alla commercializzazione. Spesso si stenta a cogliere le tante opportunità che, un settore dinamico come questo, non manca certo di offrire. 
Parola d'ordine - rilanciare il florovivaismo in Sicilia, superando l’esperienza del distretto, che ha dato risultati inferiori alle attese.


Un modello possibile è quello già adottato per aprire alle arance siciliane la rotta del Giappone: condividere credenziali fito-sanitarie, attraverso un raccordo regione-stato-produttori, per stringere rapporti con i vari Paesi. Bisogna avviare una seria iniziativa perché si possa permettere ai nostri esportatori, con un prodotto di eccellenza, di guadagnare nuovi spazi di mercato senza divieti e ostacoli», 
«I numeri del settore non più piccoli, dimostrano che il florovivaismo, dal punto di vista industriale e commerciale, occupa una posizione importante all’interno dell’agricoltura italiana. Il mondo delle piante, in generale, coinvolge oltre 47 mila imprese per un giro d’affari di circa 4 miliardi di euro: si tratta del 7% dell’intera produzione lorda vendibile agricola. Il florovivaismo, nonostante faccia i conti con la grave crisi economica, mostra un export in costante crescita negli ultimi tre anni: dopo il crollo del 2009, a 589 milioni, nel 2012 è salito a oltre 683 milioni di euro. L’interscambio mostra un saldo anch’esso positivo: l’anno scorso è stato di oltre 160 milioni, in crescita dal 2009, quando era precipitato rispetto all’anno precedente. Il fatturato del comparto florovivaistico italiano è di circa 3 miliardi di euro: è lo stesso fatturato del vino,



"AMICI PER LA PELLE" - Domani alle ore 12:00 la conferenza stampa di presentazione ufficiale del progetto di screening gratuito per la prevenzione del melanoma



CONFERENZA STAMPA
Aula Magna Corpo Aule e Biblioteca – Policlinico di Catania
Progetto di screening gratuito per la prevenzione del melanoma, dal titolo "Amici per la pelle", che verrà presentato ufficialmente domani, martedì 21 aprile 2015 alle ore 12:00, all'interno dell'Aula Magna del Corpo Aule e Biblioteca del Policlinico di Catania.


Il melanoma è un tumore che origina dai melanociti (le cellule della pelle che producono la melanina) ed è guaribile se viene asportato in fase iniziale.

Molti sforzi sono stati compiuti dalla ricerca per individuare molecole efficaci e sicure per il trattamento della malattia in fase avanzata e delle recidive (immunoterapia con ipilimumab, target therapy con vemurafenib e dabrafenib nei melanomi con mutazione di BRAF, inibitori di MEK e della proteina PD-1 non ancora disponibili in Italia), ma la diagnosi precoce rimane ad oggi l'arma più efficace per una completa guarigione.
Attualmente, il melanoma rappresenta la quinta neoplasia per incidenza nell'uomo e la settima nella donna con età mediana di insorgenza tra i 44 e i 55 anni (linee guida AIOM 2013). Si stima che ogni anno nel nostro Paese vi siano circa 10.500 nuove diagnosi di melanoma e 1.700 decessi legati alla malattia. Purtroppo, l'età dei malati si sta abbassando progressivamente. Dieci anni fa i giovani rappresentavano solo il 5% dei casi e questa neoplasia riguardava soprattutto persone al di sopra dei 50 anni. Il motivo è riconducibile agli errori compiuti in passato, in particolare all'abitudine a una scorretta esposizione solare durante l'infanzia. La diagnosi precoce tramite procedure di screening può favorire un tempestivo intervento salvavita.
Per iniziativa del Programma Interdipartimentale di Farmacologia Clinica dell'A.O.U. "Policlinico —Vittorio Emanuele" di Catania, in collaborazione con la Scuola Superiore di Formazione in Medicina, verrà realizzato un progetto di screening gratuito per la prevenzione del melanoma, dal titolo "Amici per la pelle" a favore degli studenti dell'Università di Catania.
L’iniziativa sarà presentata ufficialmente in conferenza stampa domani, martedì 21 aprile 2015 alle ore 12:00, nell’Aula Magna del Corpo Aule e Biblioteca del Policlinico di Catania.
Lo screening gratuito sarà effettuato da dermatologi qualificati afferenti all'U O. di Dermatologia dell'A.O.U. "Policlinico — V. Emanuele", presidio "Gaspare Rodolico", con l'ausilio di video­dermatoscopi portatili, in quattro giornate (dal 27 al 30 aprile 2015 ): il 27 e il 28 aprile 2015 all’interno degli ambulatori n. 16 e n. 17 dell'edificio 4 al piano terra del Policlinico V. Emanuele — P.O. G.Rodolico, ed il 29 e il 30 aprile 2015 al C.U.S. (Centro Universitario Sportivo) di Catania (nei locali del palazzetto basket adiacente al campo di calcetto).

Durante le visite gli utenti saranno sensibilizzati, anche con opuscoli informativi, sui fattori di rischio per l'insorgenza del melanoma, definendo in primo luogo modalità corrette di esposizione al sole.

Presti/Formica: La Rosa (Psi), delusi che a Milazzo il nuovo ceda al vecchio


Barbara La Rosa


Presti/Formica: La Rosa (Psi), delusi che a Milazzo il nuovo ceda al vecchio

19 aprile 2015 - "La notizia del ritiro della candidatura di Salvatore Presti, con l'intento di sostenere quella di Giovanni Formica, è l'esempio palese di come la nuova e buona politica possa essere messa all'angolo dal vecchio sistema di potere. In questa competizione elettorale della città di Milazzo, continuano a prevalere le sterili logiche dei giochi della spartizione delle "cariche", anziché una progettualità in grado di governare la città per i prossimi anni. La sensazione è quella dell'attuazione di una strategia di denigrazione e depotenziamento degli avversari che vede di conseguenza la sottomissione dei nuovi candidati verso il vecchio. Per questo motivo ci appelliamo a tutti i cittadini perché scelgano una politica diversa da quella passata in grado di togliere Milazzo da quell'immobilismo che regna da anni e chiediamo agli altri candidati che rappresentano la novità di proseguire nel percorso di cambiamento". È quanto ha dichiarato la candidata a sindaco di Milazzo, anche responsabile del Psi della zona, Barbara La Rosa.

MILAZZO, CARMELO FORMICA “GRANDE DELUSIONE PER IL RITIRO DELLA CANDIDATURA DI SALVO PRESTI”



MILAZZO, CARMELO FORMICA “GRANDE DELUSIONE PER IL RITIRO DELLA CANDIDATURA DI SALVO PRESTI”
Comunicato stampa

Milazzo, 19 aprile 2015 – “Stiamo seguendo con grande delusione le notizie che annunciano il ritiro della candidatura di Salvo Presti. – dichiara il dott. Carmelo Formica, mostrando sincero spirito sportivo – Il giovane regista, autore del progetto “laSvoltabuona”, sta dimostrando di cedere agli schemi della vecchia politica. Il gruppo che si appresta a sostenere, quello dell’avv. Giovanni Formica, ha poco di innovativo, anzi, dietro volti sempre diversi, nasconde la solita vecchia politica portata avanti da tutti gli amministratori che negli ultimi decenni hanno scritto il declino della nostra Città”. 

Carmelo Formica, fautore dell’innovativo progetto civico “Fai partire il cambiamento”, continua con grande ostinazione a combattere gli schemi della vecchia politica clientelare, e rivolge un appello: “Tutte le forze nuove presenti nell’attuale scenario politico devono trovare una sintesi per affrontare e sradicare dal territorio i soliti vecchi amministratori che, nascondendosi dietro volti nuovi, mirano alla poltrona per continuare a gestire pratiche clientelari ai danni del popolo, delle giovani generazioni e della meritocrazia. 
Avendo subito i risultati disastrosi delle amministrazioni che si sono annoverate negli ultimi decenni, a cui si sommano, oggi, i chiari intenti del PD, chiediamo un atto di coraggio dei cittadini, i quali hanno il diritto e la responsabilità di determinare il futuro di Milazzo. Invitiamo tutti a pretendere un’amministrazione chiara, onesta e garante di azioni rivolte alla crescita della città ed al benessere dei cittadini”.


venerdì 17 aprile 2015

Successo nel rush finale per il vulcanico Nuccio Scibilia



Consensi per lo show man siciliano Nuccio Scibilia, autentico trascinatore delle serate promosse dall'Agenzia per il Sud Italia - Osa Production, diretta da Nancy La Greca. Nella quint'ultima fase della preselection artistica Osa 2015, Scibilia, affiancato dalla splendida Laura Culicetto ha coinvolto il pubblico nella kermesse, rendendolo protagonista assieme ai concorrenti delle diverse categorie. Un evento quello della Osa che unisce tre generazioni come sottolinea la stessa Nancy La Greca, e l'unico vero fine è divertire e far divertire assieme nonni, genitori e figli. Insomma è l'esaltazione del valore vero della famiglia.

“Infrastrutture del Sud, Presupposto indispensabile per un’Italia Economicamente Forte e Socialmente Coesa”- giorno 26 aprile ore 9 - Palacultura, Viale Boccetta, Messina.






Convegno  Distretti siciliani dei Services International Rotary, Lions e Kiwanis
I Services Rotary, Lions e Kiwanis - da sempre attenti ai problemi del territorio - offrono il loro contributo civico, neutrale, di sostegno alle Istituzioni pubbliche, nella consapevolezza che la qualità della vita di una collettività migliora laddove ciascuna parte sociale offre generosamente il proprio contributo..
Siamo convinti che le gravi difficoltà economiche, le criticità sociali, le rigidità istituzionali che ci affliggono siano da imputare anche e soprattutto alla non adeguatezza della Dirigenza politica di concepire il Sud come indispensabile componente dello sviluppo di un'Italia economicamente forte e socialmente coesa; un Sud inserito di diritto in una visione di medio-lungo periodo nella quale il nostro Paese occupi un ruolo fondamentale in Europa. Tale obiettivo rimarrà irraggiungibile senza estendere all'intero Mezzogiorno una rete efficiente e diffusa di infrastrutture.
Il convegno si propone di illustrare le molteplici, e spesso semisconosciute, ragioni per le quali il grande progetto di Infrastrutturazione del Mezzogiorno- legato al completamento del Corridoio Mediterraneo (Corridoio 5 Helsinki-La Valletta) e al Ponte sullo Stretto - può rappresentare un valido strumento di crescita per l’intera Italia.
Tale progetto, a dispetto della complessità e della vastità dei suoi orizzonti, può essere realizzato attingendo a risorse pubbliche in misura estremamente contenuta, anche grazie ai benefici che deriveranno alle casse dello Stato sotto forma di imposte dirette e indirette e ai risparmi ottenuti dalla riduzione dei costi derivanti dal minore ricorso agli interventi a sostegno della disoccupazione.
Allo scopo è disponibile anche il mercato dei capitali internazionali a finanziare infrastrutture geostrategiche; come è, per altro, ampiamente testimoniato da quanto è avvenuto negli ultimi decenni.
Il grande progetto di infrastrutturazione del Mezzogiorno prevede principalmente, ma non solo, la realizzazione del canale ferroviario economicamente più conveniente per l’interscambio commerciale tra Asia, Africa ed Europa. Un sostanziale contributo alla soluzione della Questione meridionale e un significativo impulso alla coesione sociale del Paese sono fisiologici “corollari” di tale obiettivo. 
La acquisizione dei capitali necessita dell’indispensabile autorevolezza istituzionale e della serietà delle parti sull’impegno ad attuare i provvedimenti in grado di assicurare il rispetto dei ragionevoli tempi previsti per la realizzazione dei progetti da finanziare.
L'incontro al quale La invitiamo intende mettere in evidenza i termini del problema davanti agli occhi della cittadinanza e di chi, come Lei, ha la sensibilità ed il rispetto della cosa pubblica.
Per questo, rinnoviamo sentitamente l’invito a partecipare a questo importante incontro.
Le analisi e le proposte che emergeranno non potranno avere seguito senza la Sua partecipazione. Sarà compito della Politica, nel suo campo specifico, far si che le idee si tramutino in leggi e in atti di amministrazione concreta, finalizzate a creare ricchezza. Un vecchio, quanto mai attuale e vero, adagio di buona dottrina economica, così dice: " La ricchezza per essere distribuita, prima deve essere creata". Cosi come è vero che la Politica di spesa, anche la migliore, senza la prioritaria buona Politica finalizzata a creare ricchezza, porta solo povertà. E' quanto stiamo sperimentando, ciascuno nel proprio settore professionale e nel proprio conto economico familiare. A complicare le cose c'è, ancora oggi, chi mette in dubbio che sono le Infrastrutture che fanno l'economia. Ci auguriamo che l'incontro di domenica 26 aprile p.v. possa essere il punto di partenza per un impegno sociale e civico finalizzato al bene comune verso il raggiungimento di obiettivi concreti e condivisi, perché la gente del Sud non può più aspettare. Il Sud non chiede elemosine, ma pari dignità, pari diritti e pari doveri, come per tutti gli Italiani, perchè le Infrastrutture del Sud sono il presupposto indispensabile per Una Italia Economicamente Forte e Socialmente Coesa.
Se il presente invito, e l’intendimento del Convegno stesso, trovano la Vs. condivisione, preghiamo di estenderlo alle persone che pensa possano essere interessate.
Grazie per la collaborazione,

cordiali saluti , Giovanni Mollica, Saro Terranova, Salvatore Sciliberto.
Segreteria organizzativa: dott. Saro Terranova 335 5684254 - terranova.saro@gmail.com



giovedì 16 aprile 2015

4 giornate di screening gratuito per gli studenti dell’Università di Catania per la prevenzione del mela

COMUNICATO STAMPA
Martedì 21 aprile 2015, ore 12:00 

Aula Magna Corpo Aule e Biblioteca – Policlinico di Catania

Il melanoma è un tumore che origina dai melanociti (le cellule della pelle che producono la melanina) ed è guaribile se viene asportato in fase iniziale.
Molti sforzi sono stati compiuti dalla ricerca per individuare molecole efficaci e sicure per il trattamento della malattia in fase avanzata e delle recidive (immunoterapia con ipilimumab, target therapy con vemurafenib e dabrafenib nei melanomi con mutazione di BRAF, inibitori di MEK e della proteina PD-1 non ancora disponibili in Italia), ma la diagnosi precoce rimane ad oggi l'armapiù efficace per una completa guarigione.

Attualmente, il melanoma rappresenta la quinta neoplasia per incidenza nell'uomo e la settima nella donna con età mediana di insorgenza tra i 44 e i 55 anni (linee guida AIOM 2013). Si stima che ogni anno nel nostro Paese vi siano circa 10.500 nuove diagnosi di melanoma e 1.700 decessi legati alla malattia. Purtroppo, l'età dei malati si sta abbassando progressivamente. Dieci anni fa i giovani rappresentavano solo il 5% dei casi e questa neoplasia riguardava soprattutto persone al di sopra dei 50 anni. Il motivo è riconducibile agli errori compiuti in passato, in particolare all'abitudine a una scorretta esposizione solare durante l'infanzia. La diagnosi precoce tramite procedure di screening può favorire un tempestivo intervento salvavita.
Per iniziativa del Programma Interdipartimentale di Farmacologia Clinica dell'A.O.U. "Policlinico —Vittorio Emanuele" di Catania, in collaborazione con la Scuola Superiore di Formazione in Medicina, verrà realizzato un progetto di screening gratuito per la prevenzione del melanoma, dal titolo "Amici per la pelle" a favore degli studenti dell'Università di Catania.

L’iniziativa sarà presentata ufficialmente in conferenza stampa martedì 21 aprile 2015 alle ore 12:00, nell’Aula Magna del Corpo Aule e Biblioteca del Policlinico di Catania.
Lo screening gratuito sarà effettuato da dermatologi qualificati afferenti all'U O. di Dermatologia dell'A.O.U. "Policlinico — V. Emanuele", presidio "Gaspare Rodolico", con l'ausilio di video­dermatoscopi portatili, in quattro giornate (dal 27 al 30 aprile 2015 ): il 27 e il 28 aprile 2015 all’interno degli ambulatori n. 16 e n. 17 dell'edificio 4 al piano terra del Policlinico V. Emanuele — P.O. G.Rodolico, ed il 29 e il 30 aprile 2015 al C.U.S. (Centro Universitario Sportivo) di Catania (nei locali del palazzetto basket adiacente al campo di calcetto).

Durante le visite gli utenti saranno sensibilizzati, anche con opuscoli informativi, sui fattori di rischio per l'insorgenza del melanoma, definendo in primo luogo modalità corrette di esposizione al sole.

domenica 12 aprile 2015

Per Milazzo "Estate sotto le stelle 2015 " gradito ritorno di Francesca Barra..



"Verrà il vento e ti parlerà di me" è il romanzo di Francesca Barra, in libreria per Garzanti da aprile 2015.

L'erba selvatica profuma di salvia e menta e lambisce il sentiero che porta al mare. Teresa è solo una bambina, ma sa già cosa urlare al vento davanti a quella distesa azzurra:


Quando un associazione si mette al servizio della cultura"- Ci riferiamo all'associazione Culturale "Teseo" di Milazzo che ci ha abituati ad organizzare eventi 
Tutto il gruppo è già al lavoro per la prossima stagione estiva , dal 7 al 13 Luglio ( giorno ancora da definire) per presentare a Milazzo, assieme a Francesca Barra il suo ultimo libro " Verrà il vento e ti parlerà di me "
Per Francesca Barra scrittrice, giornalista, conduttrice televisiva e radiofonica l'appuntamento di Milazzo rappresenta un ritorno nella nostra Città che l'ha potuta apprezzare , già lo scorso anno, nell'ambito della rassegna "Incontri sotto le stelle": evento organizzato sempre a cura l'Associazione Teseo Associazione Culturale Milazzo presso il Chiostro di S.Papino. In quella occasione, proprio il 13 agosto 2014 ore 21:00 l'autrice presentò libro:"Tutta la vita in un sol giorno". . (Ed. Rizzoli, 2014) 
In “Tutta la vita in un giorno” e "Verrà il vento e ti parlerà di me" Francesca Barra, nata e cresciuta in Basilicata, a Policoro, un paese sulla costa Jonica, racconta una Italia, Paese nascosto ai più, quel Paese che spesso le telecamere non vedono o non vogliono vedere. immergersi in realtà che sembrano sempre essere distanti da noi.

"Verrà il vento e ti parlerà di me" e' una storia profonda che parla di una terra, di cui l'autrice è originaria, ricca di fascino, mistero e tradizioni. Una storia in cui il passato ha il sapore delle cose preziose il cui valore non sfiorisce mai. Una storia in cui la cucina è aggregazione, è insegnamento, è vita. Due donne e la magia di trovare il proprio posto nel mondo.
E quando il vento della sua Basilicata richiama la protagonista della storia, ha molto da dirle. È tornato a soffiare solo per lei. Ma Caterina sa che per ascoltarlo ci vuole coraggio. Il coraggio di seguire la strada che porta dove si avverano i sogni. Una storia in cui il passato ha il sapore delle cose preziose il cui valore non sfiorisce mai. Una storia in cui la cucina è aggregazione, è insegnamento, è vita. Due donne e la magia di trovare il proprio posto nel mondo.